Mondiali 2018 Russia, ex Inter Kanu derubato all'aeroporto di Mosca: sottratti oltre 9mila euro

Mondiali
kanu

È successo a Mosca, dove l'ex Inter seguirà la Nigeria al Mondiale e giocherà una partita tra vecchie glorie organizzata dalla Fifa. Oltre 9mila euro sottratti da due addetti allo scarico dei bagagli, che rischiano ora fino a sei anni. Denaro ritrovato, e intanto lui carica la sua nazionale: "Affamati di vittoria"

TUTTI PAZZI PER LA MAGLIA DELLA NIGERIA

PERCHÉ LA ROMA TIFERÀ PER LA NIGERIA?

Disavventura con un finale positivo per Nwankwo Kanu in Russia, dove seguirà la sua Nigeria al Mondiale e dove prima ancora giocherà una partita di vecchie glorie organizzata dalla Fifa. Un furto, ma di un certo peso dal punto di vista economico, di 8mila sterline, qualcosa come poco più di 9mila euro, tutti però prontamente recuperati dalle autorità russe. È successo all’aeroporto di Mosca Sheremetyevo, dove Kanu era atterrato con un volo partito da Londra. Del furto però l’ex Arsenal e Inter non se n’era accorto fino a Kaliningrad, dove ha denunciato i fatti e dove è prevista la partita di leggende del calcio alla quale è stato invitato. I due rapinatori sono già stati identificati, come scrive il Daily Mail in Inghilterra, e sono due addetti alo scarico dei bagagli dell’aeroporto di 30 e 36 anni. I due rischiano ora, stando sempre al Mail, una condanna fino a sei anni di reclusione.

La Kanu Heart Foundation

Il denaro rubato è stato recuperato e sarà presto restituito al suo proprietario” - ha invece dichiarato il tenente colonnello Irina Volk, portavoce del ministero degli Interni russo. Kanu, appena 20 presenze e un solo gol dell’Inter anche a causa di un problema congenito al cuore che lo tenne fermo per un anno intero, non ha parlato del furto, ma intervistato dai media locali ha ribadito l’importanza del Mondiale e le relative chance della sua Nigeria: “È la più grande competizione del pianeta, la Nigeria sarà una grande sorpresa in Russia, abbiamo giocatori di talento e siamo affamati di vittorie. Qui c’è un’atmosfera bellissima, stadi e campi fantastici: è tutto quello di cui un giocatore ha bisogno”. Kanu, dopo i problemi al cuore avuti in carriera, è attivo da molti anni con la sua fondazione, la Kanu Heart Foundation, per costruire ospedali in Africa. 

CALCIO: SCELTI PER TE