Mondiali Russia 2018 - Egitto, Cuper: "Salah giocherà contro l'Uruguay"

Mondiali
Il commissario tecnico dell'Egitto Cuper, foto Getty

Nel corso della conferenza stampa della vigilia, il commissario tecnico dell'Egitto ha confermato di voler schierare Salah dal primo minuto nel match contro l'Uruguay

EGITTO-URUGUAY, LE PROBABILI FORMAZIONI

EGITTO-URUGUAY LIVE

Cresce l’ottimismo in casa Egitto riguardo le condizioni di Mohamed Salah, che domani potrebbe scendere in campo dal primo minuto contro l'Uruguay. Il commissario tecnico dell'Egitto Cuper ha parlato in conferenza stampa del giocatore del Liverpool, confermando di essere intenzionato a schierarlo già nella prima gara di questo Mondiale. "Salah sta molto bene, si è allenato con noi ieri, si allenerà anche oggi e, a meno di clamorosi imprevisti, giocherà contro l'Uruguay". Il provino decisivo andrà dunque in scena nell’allenamento di giovedì, dove il ct dell’Egitto scioglierà le riserve in vista della gara che i 'Faraoni' giocheranno venerdì a Ekaterinburg. "Io credo tantissimo in questa squadra ma la cosa più importante è che ci credano i giocatori. Abbiamo un'ottima rosa, composta da giocatori forti, uniti, che hanno un grande amore per il proprio paese. Sono sempre stato convinto che nel calcio non ci possa essere una sola persona a risolvere le cose, per questo dobbiamo essere una squadra e giocare come tale. Siamo felicissimi di essere tornati al Mondiale dopo tantissimi anni, sappiamo che non sarà facile riuscire a far bene e soprattutto a battere l'Uruguay, ma tutto il lavoro e lo sforzo che abbiamo fatto negli ultimi mesi era proprio per ritrovarci di fronte a sfide del genere".

Le parole del medico

"Domani si gioca, ma la nostra grande sfida è il Ramadan, principalmente per il fatto che sia durato per tutto il periodo di preparazione a questo Mondiale". E' questa la preoccupazione principale del medico della Nazionale egiziana Abouelela, che ha sottolineato come sarà dura per i calciatori abituarsi al ciclo normale: "La verità è che, fino al calar del sole, ci siamo sottoposti a molti giorni di digiuno e ora avremo tre partite a scadenza ravvicinata appena dopo la fine del Ramadan. Domani giocheremo e i calciatori non faranno in tempo a riadattarsi al ciclo normale. Il discorso riguarda anche il sonno, visto che siamo anche passati per due fusi orari diversi. Per noi sarà molto difficile, ma cercheremo di dare il meglio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche