Mondiali 2018 Russia, Jorgensen minacciato di morte. La Danimarca dice basta

Mondiali
jorgensen_getty

Dopo la sconfitta contro la Croazia ai calci di rigore, l'attaccante ha subito alcune minacce di morte sui social. La Federcalcio danese: "E' inaccettabile"

MONDIALI: LE PARTITE DI OGGI

In Danimarca, la rabbia per l'eliminazione dai Mondiali di Russia 2018 non è scemata poche ore dopo la partita. L'attaccante Nicolai Jorgensen, che ha sbagliato un rigore decisivo nel match contro la Croazia agli ottavi di finale, è stato preso di mira dai tifosi sui social. Ma non si tratta di "semplici" insulti, legati agli eventi del calcio, che spesso accompagnano un match, senza però superare i confini del campo di gioco. Il danese ha subito minacce di morte a tutti gli effetti, che hanno richiesto l'intervento della Federcalcio in sua difesa. "Fermatevi - c'è scritto sull'account twitter della federazione danese - La nostra comunità non accetta minacce di morte verso stelle del calcio, politici o altre persone. È assolutamente inaccettabile. Ci rivolgeremo alla polizia per porre fine a questa follia". La reazione dei tifosi sta continuando a turbare il calciatore danese e verrà sottoposta al giudizio delle autorità competenti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche