Var nelle qualificazioni ai mondiali in Qatar da settembre: via libera dall'Uefa

LA DECISIONE
©Ansa
var_ansa

È stata comunicata la decisione dell'Uefa: con l'accordo della Fifa, il Var verrà applicato anche nelle qualificazioni ai mondiali in Qatar del 2022. Si comincerà a partire dalla quarta giornata che si disputerà a inizio settembre, tra mercoledì 1 e domenica 5

Adesso è ufficiale: il Var sarà utilizzato anche nelle qualificazioni per i Mondiali in Qatar del 2022. Lo annuncia la Uefa tramite un comunicato pubblicato sul proprio sito internet, dove si rende noto che l'utilizzo del Video Assistant Referee verrà reso operativo a partire dalla quarta giornata delle partite valide per la qualificazione ai Mondiali che si disputerà tra mercoledì 1 e domenica 5 settembre, con l'Italia che sarà impegnata nelle sfide contro Bulgaria (giovedì 2) e Svizzera (domenica 5). Nel comunicato dell'Uefa, si specifica anche che il ritardo per l'utilizzo del Var nelle qualificazioni Uefa per le competizioni nazionali è stato causato dagli effetti della pandemia da Covid-19. 

Il comunicato dell'Uefa

Di seguito, il comunicato pubblicato dall'Uefa sul proprio sito internet: "La Uefa conferma che, a seguito di una decisione presa dal Comitato Esecutivo Uefa nel luglio 2021, il sistema del Video Assistant Referee (VAR) sarà utilizzato - con il consenso della Fifa - in tutte le restanti partite delle Qualificazioni Europee alla Coppa del Mondo Fifa 2022. Il sistema sarà operativo a partire dalla quarta giornata e verrà utilizzato in tutte le rimanenti partite che si svolgeranno a partire da settembre 2021. I piani iniziali per l'utilizzo del Var nelle qualificazioni Uefa delle competizioni per nazionali erano stati posticipati a causa delle complicazioni logistiche e dei rischi associati alla pandemia di Covid-19. L'allestimento del Var sarà gestito dalla Uefa e verrà effettuato direttamente presso lo stadio della federazione ospitante grazie all'arrivo sul posto di furgoni appositi forniti dai provider Var della Uefa".

Il caso del gol fantasma di Ronaldo in Serbia-Portogallo

vedi anche

Furia CR7, gol fantasma al 93' e fascia a terra

Con l'utilizzo del VAR anche per le partite di qualificazione ai Mondiali in Qatar, si potranno così evitare casi come quello del gol fantasma di Cristiano Ronaldo in occasione di Serbia-Portogallo del 27 marzo scorso. Durante la seconda giornata di qualificazioni, CR7 aveva segnato un gol sul finale di gara: la palla aveva oltrepassato la linea di porta ma l'assistente dell'arbitro olandese Makkelie non aveva convalidato il gol, scatenando l'ira del portoghese e di tutti i suoi compagni e tifosi. La partita finì sul 2-2 e nel post gara si scatenarono le polemiche per il gol negato al Portogallo. Con la decisione dell'UEFA, episodi come questo potranno essere evitati. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche