Germania, Bierhoff lascia la Federcalcio dopo 18 anni: risolto il contratto

dfb
©IPA/Fotogramma

Primi cambiamenti dopo il fallimento al Mondiale: il dirigente tedesco ha risolto in anticipo il contratto che scadeva nel 2024. "Anche se negli ultimi tornei non abbiamo raggiunto i nostri obiettivi sportivi, Bierhoff rappresenta grandi momenti della nazionale" ha spiegato Bernd Neuendorf, presidente della DFB

PORTOGALLO-SVIZZERA LIVE

Dopo il deludente risultato ai Mondiali in Qatar, per la Germania è iniziata la rivoluzione interna. Il primo a salutare la Federcalcio tedesca è Oliver Bierhoff, dirigente della DFB. L'ex attaccante e la Federazione hanno deciso di comune accordo di rescindere anticipatamente il contratto che scadeva nel 2024. Bierhoff lascia così la Federcalcio tedesca dopo 18 anni. Entrato alla DFB nel 2004, l'ex attaccante ha sempre lavorato a stretto contatto con la Mannschaft e dal 2018 era il direttore delle squadre nazionali e dell'accademia.

Neuebdorf (presidente DFB): "Sempre grati a Bierhoff"

leggi anche

Germania eliminata, reazioni e cosa può accadere

Bernd Neuendorf, presidente della Federcalcio tedesca, ha salutato Bierhoff con una dichiarazione sul sito ufficiale della DFB: "Oliver ha reso grandi servizi alla Federazione - spiega - Anche se negli ultimi tornei i risultati non sono stati all'altezza degli obiettivi sportivi, lui rappresenta grandi momenti. Il suo lavoro sarà sempre legato alla vittoria del Mondiale in Brasile. Anche in tempi turbolenti ha sempre perseguito i suoi obiettivi e ha lasciato un segno indelebile nella DFB".