Spagna, Luis Enrique: "Non so se resterò, nei prossimi giorni parlerò con Rubiales"

spagna
©Ansa

Il ct iberico dopo l'eliminazione dal Mondiale per mano del Marocco: "Devo assimilare questa delusione, non è il momento di parlare del mio futuro. Resterei a vita, ma devo prendere la decisione migliore per me e la squadra"

SPAGNA-MAROCCO 0-3 DCR, IL RACCONTO DEL MATCH

Delusione e incertezza. Sono i sentimenti provati da Luis Enrique dopo l'eliminazione della sua Spagna dal Mondiale, fuori agli ottavi contro il Marocco. Un'uscita di scena anticipata che rischia di segnare il futuro del CT sulla panchina della Roja: "Non è questo il momento di parlare del mio futuro - ha detto Luis Enrique nel post partita - Mi trovo molto bene in Federazione e, se dipendesse da me per l'amore che ho ricevuto, continuerei per il resto della mia vita, ma devo prendere la decisione migliore per me e la squadra. La prossima settimana parlerò con il presidente della Federcalcio Rubiales, dobbiamo assimilare questa delusione e gestirla nel migliore dei modi".

"Dovevo dare più spazio a Sarabia"

leggi anche

Bono para 2 rigori: il Marocco elimina la Spagna!

Nell'analisi della partita, Luis Enrique ha fatto mea culpa sul poco minutaggio concesso a Pablo Sarabia, primo giocatore della Spagna ad aver sbagliato dal dischetto e vicino al gol qualificazione nei supplementari: "Questo è lo sport, i giocatori hanno fatto il 100% e hanno seguito tutte le indicazioni che gli ho dato. Non rimprovero nulla alla squadra, ma ho un rimpianto con un giocatore: Pablo Sarabia. L'ho messo in campo per calciare il rigore e ha avuto due occasioni: mi ha fatto vedere che meritava più minuti, è stato un errore