Polonia-Italia, Mancini: "Nazionale migliora gara dopo gara. Formazione? Ho dei dubbi..."

Nations League

Il ct alla vigilia del match di Nations League: "Purtroppo ci troviamo una volta ogni tanto ed è difficile avere continuità. Immobile? Se si giocassero 38 partite, farebbe gli stessi gol che fa alla Lazio. Felice di avere attaccanti come lui, Belotti e Caputo. La difesa contro la Polonia? Se sta bene, gioca Chiellini"

POLONIA-ITALIA LIVE

Torna la Nations League, l'Italia all'esame Polonia nella terza giornata della fase a gironi della competizione. "Non ci sono molti interrogativi in vista di questa partita", ha dichiarato Roberto Mancini in conferenza stampa alla vigilia. "Ho solo un paio di dubbi, legati alle condizioni fisiche di alcuni giocatori che dovrò valutare nelle prossime ore". Intanto il percorso della sua Nazionale è ripreso con un 6-0 alla Moldavia in amichevole: "Mi auguravo che la squadra migliorasse di partita in partita e così è stato", la soddisfazione del commissario tecnico. "Il merito è dei ragazzi, che sono stati rapidi ad apprendere il nostro gioco. Ora contro Polonia e Olanda ci aspettano due gare importanti: potrebbero essere già decisive".

"Kean? Vogliono giocare tutti, ma devo fare delle scelte"

Sulla formazione che scenderà in campo a Gdansk: "Valuteremo con Chiellini dopo la rifinitura", la scelta per fermare Lewandowski. "Se sta bene giocherà lui: l'Italia ha sempre avuto i difensori migliori del mondo e continua ad averli anche oggi. Non è vero che soffriamo i grandi giocatori, ma campioni come Dzeko e Lewandowski mettono in difficoltà chiunque: Robert è da anni uno dei migliori attaccanti al mondo. Dispiace non averlo visto giocare in Italia. Turnover? Non abbiamo programmato niente. Prima il match contro la Polonia, poi si vedrà". Tante opzioni a disposizione, in attacco scalpitano tutti: "Kean sta bene", sottolinea Mancini. "Ma abbiamo un modo di fare calcio che ci costringe a fare delle scelte e a sacrificare qualcuno in quella posizione. Immobile? Tutte le volte che ha giocato con noi ha sempre fatto bene. Purtroppo però ci troviamo solo una volta ogni tanto e diventa più difficile: se giocassimo 38 partite di seguito segnerebbe 25 gol. Siamo felici di avere attaccanti come Ciro, Belotti e Caputo. Tutti vogliono giocare, a nessuno piace stare in panchina. Il nostro gioco però fin qui ci ha regalato soddisfazioni e purtroppo qualcuno deve soffrire".

 

Bonucci: "Szczesny? Mi ha detto che vogliono vincere ma..."

approfondimento

Le nazionali più preziose al mondo: l'Italia è 7^

Oltre al ct, in conferenza stampa ha parlato anche Leonardo Bonucci: "Sarà importante fare bene per dare continuità alla strada intrapresa", le dichiarazioni del difensore della Juventus. "Vogliamo tornare in Italia con i tre punti, ma lo vuole anche Szczesny: abbiamo parlato, è sereno e la butta sempre sul ridere. Mi piace molto il suo modo di vivere la vita". Ma la partita nella partita sarà contro Lewandowski: "Oggi è il miglior attaccante al mondo", non ha dubbi Bonucci. "Avrebbe meritato di vincere il Pallone d'Oro, se quest'anno lo avessero assegnato. Dovremo fare un grosso lavoro per fermarlo. Polonia-Italia rispetto all'ultima Nations League? Sarà un'altra bella battaglia, ma noi oggi abbiamo più esperienza. Due anni fa eravamo all'inizio del nuovo corso e qualche errore lo avevamo commesso: ora tra noi c'è più intesa".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche