Italia-Inghilterra, Mancini: "Bella vittoria. Modulo? Conta la personalità"

italia
©LaPresse

Il Ct azzurro soddisfatto dopo il successo sull'Inghilterra a San Siro: "Battuto una delle squadre più forti al mondo. Non conta il modulo, ma la personalità. Ora ci giochiamo il primo posto con l'Ungheria, non era facile viste le difficoltà legate alla poca esperienza dei nostri giovani. È da giugno che siamo ripartiti" 

Un successo importantissimo, per il prestigio dell'avversario e per la classifica del gruppo 3 di Nations League che adesso vede gli azzurri al secondo posto a -2 dall’Ungheria prima. Il Ct Roberto Mancini commenta così la vittoria dell'Italia sull’Inghilterra che porta la firma di Giacomo Raspadori: "Si tratta di un successo importantissimo perché ci lascia tranquilli per le teste di serie per il sorteggio, inoltre possiamo arrivare primi se vinciamo contro l’Ungheria. Poi abbiamo battuto l’Inghilterra che è una delle squadre più forti al mondo". Italia scesa in campo con il 3-5-2: "Non conta il sistema di gioco, ma la voglia di attaccare e di stare alti. Si può giocare con diversi sistemi, ma conta la personalità. Mi aspettavo una buona prestazione, abbiamo vinto con merito nonostante la sofferenza nel finale. Raspadori ha delle qualità tecniche straordinarie, ma ha iniziato ora col Napoli e questo conta, se avesse 50 partite in Champions sarebbe meglio ma bisogna anche saper aspettare...", ha ammesso Mancini.

"Difficoltà legate alla poca esperienza"

leggi anche

Raspadori: "Bella vittoria", Bonucci: "Gran cuore"

Mancini ha poi aggiunto: "Purtroppo abbiamo ancora delle difficoltà oggettive perché abbiamo dei ragazzi giovani che non hanno l'esperienza delle altre nazionali. A volte durante le partite capita di soffrire, ma oggi abbiamo fatto una buona partita. Noi non siamo riparti oggi ma a giugno, dobbiamo migliorare ancora, chiudendo le partite". Italia che adesso affronterà l’Ungheria prima con la possibilità, in caso di successo, di vincere il raggruppamento: "Non era facile in un girone con Inghilterra e Germania, sarà una partita importante vista anche la sofferenza che ci attende in questi mesi".