Italia-Inghilterra, Raspadori: "Vittoria che serviva". Bonucci: "Cuore e coraggio"

Nations League

L'autore del gol che ha permesso all'Italia di battere l'Inghilterra analizza così il match di San Siro: "E' stato un bel gol, Bonucci me lo aveva detto... Avevamo bisogno di una vittoria del genere". Il capitano degli Azzurri: "Nessuno ci restituisce il Mondiale ma andare alle Finals di Nations League sarebbe importante per la crescita"

LE CLASSIFICHE - LE PAGELLE

E' stato il match winner dell'incontro regalando all'Italia tre punti contro un avversario prestigioso come l'Inghilterra e anche la possibilità di sperare nelle Finals. Giacomo Raspadori ha realizzato la rete con cui gli Azzurri hanno vinto a San Siro 1-0: "Penso sia stato un bel gol, Leo mi aveva chiamato già in precedenza quella giocata lì e poi dopo l’abbiamo fatta, è arrivata la palla giusta ed è stato un bel gol - dice a fine gara - Penso che abbiamo fatto una grande prestazione contro una grande squadra, facendo una gara offensiva e al tempo stesso di sacrificio e alla fine è arrivato anche il risultato. Avevamo bisogno di una vittoria del genere, abbiamo dimostrato di esserci, di avere il coraggio e l’ambizione di tornare a essere quelli che siamo e dobbiamo continuare a lavorare perché ora abbiamo un’altra partita importante".

Bonucci: "Nessuno ci restituirà il Mondiale, ma andiamo alle Finals"

vedi anche

Italia-Inghilterra 1-0, gol e highlights

Centodiciassette gare in Azzurro, la leadership di una Nazionale in ricostruzione e un successo che regala all'Italia la possibilità di accesso alle Finals di Nations League. Leonardo Bonucci è stato l'assist-man per il gol vittoria di Raspadori: "Devo dire che l'accoglienza, il supporto e l'appoggio del pubblico è stato importante - spiega Bonucci - Ci chiedevano orgoglio, cuore e coraggio e noi l'abbiamo messo in campo avendo più occasioni dell'Inghilterra. In questo modo si può continuare a crescere". Sulla partita: "Siamo partiti bene, dopo ci siamo un po' abbassati ma abbiamo avuto il controllo della partita rischiando solo nel finale. Su quello dobbiamo lavorare per rimanere corti e dentro la partita ma oggi credo che la squadra meriti un applauso". Un altro assist: "L'ho detto a Jack di attaccare la profondità. Quella linea di passaggio mi viene bene e abbiamo sfruttato quello". Ora il match decisivo con l'Ungheria: "Andiamo in Ungheria per giocarci il primo posto e credo che, qualora ci dovessimo riuscire, per la crescita della squadra sia un grande risultato. Niente ci ridà indietro la non partecipazione al mondiale ma sarebbe importante per la crescita".

Acerbi: "Abbiamo lottato tutti insieme ed è andata bene"

Tra i migliori del match anche il difensore dell'Inter Francesco Acerbi: E' andata bene. Volevamo vincere davanti al nostro pubblico e dimostrare che ci siamo ancora, che il momento di flessione è andato via e fare una gara gagliarda cercando di pressare alti e farli giocare poco. Abbiamo fatto una buonissima partita di squadra - dice - Contro queste squadre, ma contro chiunque, se non lotti tutti insieme, non aiuti e non sei umile rischi di perdere contro chiunque. Se metti questi ingredienti puoi vincere con tutti".