05 settembre 2017

Qualificazioni Mondiali, Italia-Israele 1-0: gol e highlights

print-icon

L'attaccante della Lazio decide per 1-0 la sfida contro Israele. Italia a due facce: tanta sofferenza nel primo tempo (con fischi del Mapei Stadium), grande crescita nella ripresa con diverse occasioni da gol. La Nazionale non è ancora aritmeticamente classificata per i playoff. Il sorteggio degli spareggi sarà il 17 ottobre a Zurigo

ITALIA-ISRAELE, IL TABELLINO

QUALIFICAZIONI MONDIALI: RISULTATI E CLASSIFICHE

ITALIA-ISRAELE 1-0
53' Immobile

Chissà cosa è successo nello spogliatoio del Mapei Stadium nell’intervallo di Italia-Israele. Chissà quali frasi avrà pronunciato Ventura per trasformare 11 ragazzi (più grigi che azzurri) in 11 leoni affamati di vittoria e di riscatto dopo la figuraccia contro la Spagna. La sfuriata di Ventura, necessaria quanto risolutoria dopo un primo tempo di blackout, ha ribaltato l’Italia nella forma e nella sostanza. Già, perché la Nazionale vista nel secondo tempo non solo conquista quella vittoria necessaria per avvicinarsi ai playoff (1-0 con firma di Immobile), ma lo fa con un’aggressività crescente che strappa gli applausi del pubblico di Reggio Emilia, dopo i fischi con cui i tifosi avevano sommerso la Nazionale nel primo tempo. È impossibile però nascondere che vincere contro Israele era il minimo a cui gli azzurri potevano e dovevano ambire dopo la figuraccia del Bernabeu. Nessuna esaltazione, quindi. Semmai, un sospiro di sollievo per essere riusciti a vincere una partita che si era messa male. Nessun azzurro ha brillato. Ma sicuramente brillano, eccome, questi tre punti. Una vittoria che dà respiro alla classifica dell’Italia e che consente a Ventura di ritrovare un pizzico di serenità nel cammino verso la qualificazione ai Mondiali 2018. L’Apocalisse prospettata da Tavecchio è un po’ più lontana.

Come cambia la classifica

La Macedonia fa un piccolo regalo alla nostra Nazionale bloccando l'Albania sull'1-1: nel gruppo G l'Italia adesso è seconda con 19 punti, a +6 sull'Albania. In testa c'è sempre la Spagna con 22 punti. Ecco i prossimi impegni di ventura per le qualificazioni Mondiali: 6 ottobre a Torino contro la Macedonia, 9 ottobre in Albania contro la Nazionale allenata da Panucci. In caso di parità punti, si considera la differenza reti. In caso di ulteriore pareggio, si prendono in considerazione gli scontri diretti.

45 minuti di buio

Dopo una buona occasione di Belotti dopo appena due minuti, l’Italia scompare dal campo. Il possesso palla degli azzurri è sterile, le migliori occasioni sono tutte a favore di Israele. Al 23’ percussione centrale di Kabha, che supera in velocità Astori, entra in area, ma perde il tempo della conclusione e viene anticipato da Conti. Il terzino del Milan salva Buffon da una situazione molto pericolosa. L’Italia rischia ancora al 25’, appena due minuti dopo. Il terzino israeliano Davidzada raggiunge il fondo e serve un cross perfetto per Shechter, che impatta con il pallone al momento giusto. Il tiro mette in difficoltà Buffon, ma l’arbitro Bastien segnala la posizione irregolare di Shechter salvando l’Italia. E intanto dagli spalti arrivano i fischi del Mapei Stadium, che non ci sta a farsi mettere sotto da una formazione tecnicamente molto meno dotata come Israele. Il problema dell’Italia, paradossalmente, risiede proprio nella sua forza: schierare 4 giocatori d’attacco mette in difficoltà i due centrocampisti (Verratti e De Rossi) costretti agli straordinari per chiudere gli spazi e provare subito a costruire il gioco in fase di possesso palla. Sugli esterni, inoltre, gli israeliani trovano molti spazi lasciati a centrocampo, perché Insigne e Candreva tornano raramente in difesa per aiutare i compagni. Al 41’ Israele ancora pericoloso con un tiro di prima intenzione di Cohen dal limite dell’area, Buffon è attento e devia in calcio d’angolo. L’Italia salva il risultato, ma non può evitare i fischi del Mapei Stadium, che aumentano azione dopo azione. Al 46’ Insigne controlla in area il passaggio lungo di Candreva, ma a tu per tu con Harush sbaglia, calciando addosso al portiere israeliano. È l’ultima azione del primo tempo, che termina 0-0.

Fischi per l'Italia

L’Italia rialza la testa

Dopo la sfuriata di Ventura negli spogliatoi, l’Italia ritorna in campo con un altro spirito. Più aggressiva, più propositiva, e soprattutto più pericolosa. Le occasioni da gol arrivano già nei primissimi minuti del secondo tempo. Al 46’ Darmian trova la testa di Immobile al centro dell’area, il pubblico azzurro è già in piedi pronto ad esultare, ma l’attaccante della Lazio angola troppo la conclusione e spreca una grande occasione. Due minuti dopo grande percussione centrale di Candreva, che vede l’inserimento di Immobile, il tiro di Ciro da posizione defilata trova pronto Harush che si rifugia in calcio d’angolo. Ma Israele è come un pugile alle corde, pressato dalla foga di un avversario che attacca a testa bassa. Al 53’ il tempo è maturo per il vantaggio azzurro. Ancora una volta è Candreva a suonare la carica, con un’azione personale conclusa con un cross verso Immobile. Questa volta l’attaccante della Lazio non sbaglia più, portando l’Italia in vantaggio con un potente colpo di testa. Tre dei 6 gol segnati da Immobile per l'Italia nell'era Ventura sono arrivati da assist di Candreva. La Nazionale passa in vantaggio e sembra finalmente essersi sbloccata. La squadra di Ventura elimina il tappo dell’insicurezza e inizia a divertirsi giocando a calcio. Le occasioni pericolose si susseguono, con Belotti che va vicinissimo al raddoppio. L’Italia non trova il secondo gol, ma trova comunque tre punti preziosissimi, soprattutto considerando il contemporaneo pareggio dell’Albania contro la Macedonia. La prossima partita dell’Italia sarà il 6 ottobre contro la Macedonia.

Le pagelle

Buffon 6
Conti 6.5
Barzagli 5.5
Astori 5.5
Darmian 6.5
Verratti 5
De Rossi 5.5
Candreva 7.5
Immobile 6.5
Belotti 6
Insigne 6.5

Subentrati:
Zappacosta 7
Bernardeschi s.v.
Montolivo s.v.

Allenatore: Ventura 6

LE STATISTICHE

• Settima rete in Nazionale per Ciro Immobile, che con sei gol è il miglior marcatore dell’era Ventura.
• Tre di questi 6 gol di Immobile sono nati da un assist di Antonio Candreva.
• Quarta vittoria azzurra in quattro gare di qualificazione ai Mondiali contro Israele.
• Gli Azzurri restano imbattuti in casa nelle qualificazioni ai Mondiali: 46 vittorie e sette pareggi in 53 gare.
• L’Italia ha tenuto la porta inviolata in sei delle ultime otto gare ufficiali giocate.
• 116ª presenza in Nazionale per Daniele De Rossi, che raggiunge Andrea Pirlo al quarto posto della classifica all-time delle gare giocate con l’Italia.
• De Rossi ha giocato 159 palloni stasera, un record per un giocatore dell’Italia nelle qualificazioni ai prossimi Mondiali.
• 26 tiri per l’Italia stasera: solo nelle due sfide contro il Liechtenstein ne ha tentati di più in queste qualificazioni a Russia 2018.
• Questa è la partita di qualificazione ai prossimi Mondiali in cui l’Italia ha fatto registrare il possesso palla maggiore (71%).
• 11 i cross su azione di Matteo Darmian: nessun Azzurro ne ha effettuati di più in una gara di queste qualificazioni.

I PIU' VISTI DI OGGI