11 novembre 2017

Italia, frattura di lieve entità al setto nasale per Bonucci: contro la Svezia ci sarà. De Rossi verso l'esclusione

print-icon

Arrivano buone notizie per il difensore azzurro: la frattura al setto nasale rimediata dopo la gomitata di Toivonen infatti è di lieve entità e gli permetterà di scendere in campo con una mascherina speciale. Ventura intanto pensa all'esclusione di De Rossi, stanco dopo la partita di venerdì. Non recuperano Zaza e Spinazzola

Qualificazioni mondiali, tutti i video

Leonardo Bonucci contro la Svezia ci sarà. Dovrà stringere i denti, indossare una speciale mascherina in carbonio a protezione del setto nasale, ma sarà regolarmente in campo. A guidare la Nazionale di Ventura e i suoi compagni verso una rimonta che sarebbe alla portata dell'Italia ma che dopo la partita di venerdì sera di Solna lascia diverse preoccupazioni al gruppo, all'allenatore e ai dirigenti azzurri. Le stesse che c'erano per le condizioni del naso del difensore del Milan, colpito a freddo da Toivonen nei primi minuti di gioco della partita di venerdì sera. E allora, nemmeno il tempo di arrivare con i compagni nello speciale ritiro di Appiano Gentile, dove gli Azzurri rimarranno fino a lunedì, ed ecco il viaggio verso Milano sud, destinazione clinica Humanitas, per sottoporsi ai controlli del caso. Che, per fortuna, hanno lasciato aperta la porta del ritorno dei playoff per il numero 19 azzurro. Lieve frattura del setto nasale, non un ostacolo insormontabile per un lottatore come Leo e per una partita che proprio non si può saltare nè sbagliare. E durante la quale Ventura e i suoi ragazzi non dovranno commettere gli errori che si sono visti nella trasferta svedese. 

re decisivo

Italia, gli errori da matita rossa da non ripetere a S. Siro

Le scelte di Ventura

Mentre Bonucci si sottoponeva agli esami al setto nasale, i suoi compagni sono scesi in campo ad Appiano Gentile per un primo allenamento di scarico in vista della sfida di lunedì. Ovviamente il Ct non ha provato nulla ma ha potuto constatare soprattutto le condizioni dei giocatori che sono scesi in campo a Solna, ricevendo comunque preziose indicazioni. La prima dovrebbe riguardare De Rossi, che contro la Svezia ha deluso e difficilmente verrà riproposto a San Siro, considerando anche che a 34 anni non ha più la brillantenzza per giocare due partite di questo livello agonistico in così poco tempo. La seconda assenza quasi certa (almeno dal primo minuto) sarà invece quella di Belotti, che non ha recuperato al meglio dall'infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori per quasi un mese e anche in Svezia è apparso in ritardo. Da capire invece le condizioni di Barzagli, dalle quali dipendono i destini del sistema di gioco della Nazionale. Se il difensore della Juventus, che a 35 anni in questa stagione non ha mai giocato due partite intere di fila, dovesse essere a posto fisicamente allora Ventura confermerà la difesa a 3 altrimenti si tornerà a 4 con Bonucci e Chiellini centrali, Zappacosta e Darmian terzini. Il provino decisivo in questo senso ci sarà durante l'allenamento di lunedì. 

Italia, ora bisogna battere la paura. A San Siro si cambia?

Zaza e Spinazzola out

Oltre alle condizioni di Bonucci e Barzagli, da valutare c'erano anche le situazioni legate a Spinazzola e Zaza, che dopo aver saltato la partita d'andata non saranno a disposizione nemmeno per la sfida di San Siro. L'esterno dell'Atalanta si è sottoposto ad alcuni esami strumentali proprio mentre Bonucci effettuava la tac al setto nasale che hanno escluso lesioni ma hanno confermato l'affaticamento mucolare patito alla vigilia della partita di Solna. Nulla da fare anche per Zaza, che durante l'allenamento del tardo pomeriggio di Appiano ha confermato di non aver recuperato dal problema al ginoccio sinistro.

Tavecchio: "Basta parole, ora reagiamo sul campo"

Dopo la sconfitta con la Svezia è tornato a parlare anche il presidente della Figc Carlo Tavecchio, che ha commentato così il momento delicato che sta vivendo l'Italia: "Non è tempo di parole, la reazione ci sarà in campo". I vertici del calcio italiano hanno la convinzione di poter rimontare l'1-0 di Solna, ma adesso è il momento di rispondere con i risultati. Tavecchio è rimasto sempre con la squadra nel postpartita: si è sincerato delle condizioni di Bonucci ed è venuto a colloquio con Ventura e i giocatori per spingerli a dare ancora di più in vista della sfida di San Siro.

La gomitata di Toivonen a Bonucci

I PIU' VISTI DI OGGI