El Shaarawy dopo Italia-Moldavia: "Serata magica. Roma? Spiace, volevo tornare"

Nazionale

L'attaccante azzurro celebra la sua prima doppietta in nazionale con la fascia di capitano al braccio, nonostante una brutta botta subita all'occhio destro: "Ne è valsa la pena, è stata una serata speciale. Ritorno alla Roma? Avevo dato la mia disponibilità anche dal punto di vista dell'ingaggio, è saltato per altri motivi"

Una notte da ricordare, quella di Stephan El Shaarawy che, da capitano della nazionale, ha realizzato una doppietta nel 6-0 finale contro la Moldavia. Una soddisfazione che va oltre anche a una vistosa botta subita all'occhio destro, che lo ha costretto a uscire dal campo con un forte gonfiore intorno alla parte infortunata. "Ma ne è valsa la pena, è stata una serata speciale". Così ha esordito ai microfoni di Rai Sport l'attaccante dello Shanghai Shenhua che ha proseguito, analizzando il proprio periodo: "Segnare la prima doppietta in nazionale con la fascia da capitano è una soddisfazione immensa. Mi sono dovuto allenare a lungo da solo, ma l'importante è farsi trovare pronti quando è il momento. Mi godo questa serata".

"Ritorno alla Roma? Mi dispiace, la mia volontà c'era"

approfondimento

Affare "quasi fatto": i colpi di mercato sfumati

L'attaccante di origini egiziane è stato anche protagonista delle ultimissime ore di mercato, con il ritorno alla Roma che a un certo punto sembrava essere ormai a un passo. La trattativa è poi naufragata, ma il calciatore ha voluto puntualizzare su alcune situazioni: "Avevo bisogno di giocare perchè il campionato cinese rimarrà fermo fino a febbraio. Io ho sempre dato la mia disponibilità a tornare a Roma, anche dal punto di vista dell'ingaggio. Dispiace, ma se non è andata a buon fine è per altri motivi, la volontà da parte mia c'era".