Tottenham, tabù Reds. Rivincita Mourinho-Mazzarri

Premier League

Vanni Spinella

liverpool-tottenham_getty

Gli Spurs, impegnati nella rincorsa impossibile al Chelsea, sfidano il Liverpool, squadra in difficoltà ma che non hanno mai battuto negli ultimi 9 incroci (ore 18.30, diretta su Sky Sport 3 HD). Lo United di Mou vuole vendicare il 3-1 dell'andata contro il Watford, per Ranieri sfida-salvezza con lo Swansea

Ora che la Premier è stata assegnata (anche se Conte, se lo sentisse, si metterebbe subito “in barriera”), possiamo concentrarci sulla lotta per i piazzamenti alle spalle del Chelsea. Non credete? Nove i punti di vantaggio dei Blues sul Tottenham, giunti a questo punto la rivale più credibile: distanza non indifferente se si aggiunge, come ha detto di recente Gianluca Vialli, che è difficile immaginare una squadra di Conte capace di sperperare un vantaggio simile. Senza le Coppe di mezzo, oltretutto.

Aggiungiamoci pure che questa settimana il Chelsea va a Burnley (squadra in forma, per carità, ma trasferta non impossibile), mentre gli Spurs dovranno sudare eccome, nel big-match di giornata in casa del Liverpool (sabato ore 18.30, diretta su Sky Sport 3 HD). Gli uomini di Klopp stanno attraversando un periodo nero, non hanno ancora vinto una gara di Premier nel 2017 (3 pareggi e 2 sconfitte), sono usciti da FA Cup e Coppa di Lega nel giro di tre giorni a fine gennaio, vengono dalla batosta contro l’Hull City (2-0): ma restano una sorta di “maledizione” per il Tottenham, che non vince questa sfida da oltre 4 anni. Dopo il 2-1 Spurs del 28 novembre 2012 (Lennon e Bale i marcatori, che danno l’idea di quanto tempo sia passato), altri 8 incroci in Premier e mai una vittoria del Tottenham: 5 sconfitte e 3 pareggi, che corrispondono alle ultime 3 sfide di campionato, addirittura 20 gol incassati in questo parziale (pesantissimi il 5-0 e il 4-0 della stagione 2013/2014). Senza considerare che l’ultima volta che si sono scontrate, lo scorso ottobre, il Liverpool eliminò il Tottenham dalla League Cup.

Ad aprire la giornata ci penserà però un’altra ex-inseguitrice, quell’Arsenal praticamente uscito di scena una settimana fa incassando una lezione dal Chelsea e precipitando a -12: se la vedrà con l’Hull City (sabato ore 13.30, diretta su Sky Sport 3 HD), squadra che con l’innesto di Ranocchia sembra aver innalzato un muro in difesa. L’ex-interista al suo esordio ha fronteggiato Ibrahimovic per una mezz’ora (0-0), ha chiuso la porta al trio Manè-Coutinho-Firmino risultando l’mvp nella vittoria sul Liverpool (2-0) e ora punta a disinnescare Sanchez. Poi sarà la volta di altri ex della Serie A che hanno subito inciso anche in Premier: Gabbiadini (400esimo gol “italiano” in Premier, il suo al West Ham) guiderà il Southampton contro il Sunderland, mentre Niang e Zarate saranno impegnati in Manchester United-Watford (sabato ore 16, diretta su Sky Sport 3 HD), che ripropone il duello in panchina tra due ex-allenatori dell’Inter.

Mourinho contro Mazzarri: all’andata la spuntò l’italiano, mentre i precedenti in A vedono Mou in vantaggio con 2 vittorie a una, oltre a due pareggi. Buon momento per entrambi, con lo United in risalita e in striscia positiva da 15 gare di campionato, e il Watford reduce da due successi (su Arsenal e Burnley) che l’hanno issato al decimo posto, in una zona tranquilla che permette a Mazzarri di giocarsela a mente sgombra.

Domenica la giornata degli italiani: detto del celebratissimo Conte che affronta il Burnley (ore 14.30, diretta su Sky Sport 3 HD), un Ranieri in difficoltà ma al momento confermato dal Leicester va a Swansea (ore 17, diretta su Sky Sport 3 HD) per uno scontro-salvezza fondamentale. Entrambe a 21 punti, uno sopra alla zona retrocessione: vincere serve a respirare un po’. Il “monday night” è Bournemouth-Manchester City (lunedì ore 21, diretta su Sky Sport 3 HD), occasione per rivedere quel Gabriel Jesus che finora ha incantato, oscurando addirittura la stella di Aguero. Guardiola se ne inventerà una delle sue per farli convivere?

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche