Clamoroso: la Football Association sta per vendere Wembley al presidente di una squadra di NFL

Premier League
combo_wembley

Il proprietario del Fulham e dei Jacksonville Jaguars, Shahid Khan, ha formulato un'offerta irrinunciabile alla Football Association per far disputare a Wembley le partite casalinghe della sua squadra di football americano. E ora la Nazionale inglese rischia di rimanere senza casa...

FATTORE WEMBLEY: ORA PER IL TOTTENHAM È COME CASA

Il calcio internazionale sta per perdere uno dei suoi simboli. Non solo squadre e calciatori: ora gli americani vogliono acquistare anche Wembley. In realtà, più che un americano, si tratta del pakistano Shahid Khan, proprietario del Fulham e della squadra NFL dei Jacksonville Jaguar. Sembra una follia, eppure è così: Khan ha già formalizzato un’offerta di 800 milioni di sterline alla Football Association per "sfrattare" di fatto la Nazionale inglese dalla sua storica casa. Se così fosse, l’Inghilterra sarebbe costretta a dover giocare le partite casalinghe in uno stadio ogni volta in uno stadio diverso. La conferma della notizia è arrivata sia dal presidente Khan, sia dalla Federcalcio Inglese, che in un comunicato ha annunciato: "Abbiamo ricevuto un'offerta per l’acquisto di Wembley", e da Londra fanno sapere che anche il Consiglio d’Amministrazione della Football Association è stato messo al corrente di quella che potrebbe essere una trattativa storica.

Il Governo: "Vogliamo garanzie"

Khan, proprietario di un’azienda con sede in Florida che fornisce pezzi di ricambio per la Toyota e con un fatturato da oltre 5 miliardi di sterline, è il proprietario della squadra NFL dei Jaguar che dal 2013 gioca ogni anno almeno una partita della Regular Season proprio a Londra. La sua offerta ovviamente fa gola alla Federazione inglese: "Grazie al vantaggio economico che dovrebbe ricevere dalla trattativa - ha spiegato il presidente Khan - la Footbal Association potrebbe concentrarsi sulla sua missione principale: sviluppare strutture migliori per dare vita a un nuovo ciclo di campioni". Ma se questo accordo dovesse essere concluso, Wembley diventerà ufficialmente la nuova casa della squadra di Jacksonville da settembre a gennaio: durante quel periodo la nazionale di Southgate dovrebbe trovarsi un’altra sistemazione. Ed è proprio su questo che si gioca la trattativa, un portavoce del dipartimento Digital, Cultura, Media e Sport del governo britannico ha dichiarato: "Vorremmo avere maggiori dettagli sul modo in cui un tale accordo potrebbe aiutare lo sviluppo del gioco in questo paese - ha detto -. Vogliamo anche essere rassicurati sul fatto che Wembley rimarrà la casa del calcio inglese per le generazioni a venire". Pronta la risposta di Khan: "Wembley resterà per sempre la casa della Nazionale inglese".

Rovinati i piani di Tottenham, Chelsea e Fulham

La notizia è un duro colpo per i nostalgici e per molti club: il Tottenham, per esempio, in questo modo vedrebbe sfumare il preaccordo per concedere alla NFL il nuovo White Hart Lane per disputare alcune partite. La cessione di Wembley non sarà accolta con piacere neanche dal Chelsea: i Blues, infatti, speravano di poter giocare proprio lì le partite casalinghe di Premier League durante il periodo di ristrutturazione di Stamford Bridge. Al momento, pare che neanche il Fulham, club di proprietà del nuovo acquirente, giocherà a Wembley nonostante meno di un mese fa sia arrivato l'ok per la riqualificazione di Craven Cottage. Il presidente Khan, però, rassicura i tifosi dei Cottagers: "A prescindere dall’offerta per Wembley - ha spiegato il numero uno del club di Championship - voglio rassicurare i tifosi che tutto ciò non cambierà il mio impegno nei confronti del club".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche