Chelsea, Sarri: "De Laurentiis non mi manca, io a lui sì". E sul mercato: "Spero che Hazard resti"

Premier League
sarri_chelsea

Intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di campionato contro il Newcastle, l’allenatore dei Blues è tornato a parlare del rapporto con il presidente del Napoli: "Gli manco, lui per adesso a me no". Poi un pensiero su Benitez, avversario del prossimo turno, e uno sguardo al mercato, con particolare riferimento a Eden Hazard: "Penso che sia pronto per giocare 50 o 60 minuti, spero che resti non noi"

DE LAURENTIIS: "A SARRI HO DATO TUTTO, MA NON HA VINTO"

CHELSEA, COME SARRI HA CONQUISTATO I GIOCATORI-PAPA'

Sei punti nelle prime due partite contro Huddersfield e Arsenal, oltre a prestazioni convincenti: l’inizio dell’avventura di Maurizio Sarri in Premier League con il Chelsea è stato fortemente positivo. Obiettivo proseguire il cammino a punteggio pieno in testa alla classifica per l’allenatore italiano, che nel prossimo turno affronterà in trasferta il Newcastle di Rafa Benitez, suo predecessore ai tempi del Napoli. E proprio di Napoli, e del rapporto con Aurelio De Laurentiis, è tornato a parlare Sarri: intervenuto in conferenza, l’allenatore del Chelsea ha lanciato qualche frecciatina al suo e presidente: "De Laurentiis continua a parlare molto di me perché gli manco – ha detto Sarri -, invece lui, per il momento, a me non manca. A Napoli non abbiamo vinto nulla, è vero, ma abbiamo fatto 91 punti, stabilendo il record di punti della storia del club, e per due anni ci siamo qualificati in Champions League. Io credo che il Napoli e Napoli debbano essere orgogliosi di questi risultati, anche perché abbiamo affrontato una Juventus che in Italia ha vinto tutto negli ultimi anni".

Il rapporto con Benitez

Sarri ha poi parlato del rapporto con Rafa Benitez, dal quale aveva  ereditato la panchina del Napoli. L’allenatore spagnolo sarà il prossimo avversario da affrontare in Premier: "Innanzitutto mi sento di ringraziare Benitez – ha chiarito l’allenatore italiano -, quando sono arrivato a Napoli dopo di lui ho trovato un ambiente pronto a fare grande calcio. Lui è un grande allenatore e affrontare il Newcastle domenica sarà dura. I precedenti tra noi? Hanno un valore relativo. Quando io guidavo l’Empoli vincemmo 4-2 in casa, ma il Napoli era reduce da una trasferta di Europa League e pensava già alle semifinali". 

Il punto sul mercato: la situazione di Hazard

In chiusura Sarri ha anche fatto il punto sul calciomercato del Chelsea, soffermandosi su alcuni singoli. Su tutti Eden Hazard, tornato a disposizione dopo i Mondiali e dopo essere stato al centro di parecchie voci di mercato. Subentrato a gara in corso nell’ultimo metch contro l’Arsenal e subito protagonista, l’attaccante belga sembra ormai destinato a rimanere a Londra. Lo spera anche Sarri: "Credo che Hazard sia pronto per giocare 50 o 60 minuti, non penso abbia 90 minuti nella gambe. Può partire dall’inizio e sono felice se vuole giocare, anche se io devo pensare nell’interesse di tutti. Il suo futuro? Sono fiducioso sul fatto che rimanga, io sono l’allenatore di una grande squadra e non possiamo vendere un giocatore così importante senza avere la possibilità di sostituirlo con un altro giocatore dello stesso livello. Quindi spero che rimanga anche per questa stagione. Kovacic? Mi piace molto, ma è ancora presto per parlare di acquisto a titolo definitivo. Ho parlato con Loftus-Cheek e penso che anche lui resterà".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche