Higuain, due gol in Chelsea-Huddersfield: 38° in 37 partite con Sarri in panchina. VIDEO

Premier League

Il Pipita torna a segnare facendo doppietta all'esordio casalingo in campionato. E se il primo gol è un classico "alla Higuain", il secondo è quasi una novità. La conferma di come dia il meglio con il suo "maestro" in panchina

LEICESTER-UNITED, LA CRONACA DEL MATCH

HIGUAIN TRASCINA IL CHELSEA: TUTTI I RISULTATI DI PREMIER

Probabilmente bastava solo pazientare un po'. E ricongiungerlo con il suo "maestro". Eccolo, o meglio: rieccolo, Gonzalo Higuain. Due gol nel 5-0 del Chelsea all'Huddersfield per rispondere a chi pensava che avesse dimenticato come si segna, a chi dubitava della sua capacità di incidere anche nel campionato inglese, a chi l'ha salutato quasi con l'aria di chi si libera di un peso. Bastava aspettare un po' perché dopo i 10' finali nella gara di FA Cup contro lo Sheffield Wednesday, il suo esordio in Blues, e l'ora da incubo - non solo per lui: per tutta la squadra - contro il Bournemouth (0-4 finale), Higuain ha impiegato 16 minuti per tornare a fare gol. Un gol "alla Higuain". Poi, nella ripresa, il suo piccolo capolavoro.

Numeri da record

Partiamo dai numeri. Doppietta alla prima apparizione in casa: al Chelsea è un piccolo record che non si vedeva dall'agosto del 2000, debutto con due gol di Mario Stanic contro il West Ham. E poi c'è il "fattore Sarri", ancora più impressionante. Per chi si fosse chiesto come mai l'ex allenatore del Napoli fosse così fissato con il Pipita, ecco la risposta: con Sarri in panchina, Higuain ha segnato 38 gol in 37 partite di campionato: 36 (in 35 partite) nella sua stagione dei record a Napoli, altri due in due gare di Premier. Infine: magari sarà solo una coincidenza, ma intanto il Chelsea con Higuain ha segnato 5 gol in una partita sola, cosa che da quelle parti non accadeva da oltre un anno, 5-0 allo Stoke nel dicembre 2017. Insomma, forse bastava davvero riunire quei due.

Gol alla Higuain, ma non solo

Merita un capitolo a parte, poi, il come Higuain si è presentato alla Premier. L'1-0, in puro stile-Pipita, è arrivato con un movimento che in carriera gli abbiamo visto fare decine di volte, dettando il passaggio in verticale allargandosi sul versante destro dell'area e incrociando poi il tiro con una torsione del busto che è quasi un marchio di fabbrica. Curiosamente, a imbeccarlo con quella verticalizzazione, come se lo conoscesse da anni, è stato Kanté (e non Jorginho!), proprio il giocatore che era costato a Sarri diverse critiche da parte dei tifosi per la nuova posizione che l'allenatore gli aveva assegnato proprio per far posto al suo pupillo Jorginho.

Il secondo gol, al contrario, è tutto ciò che non ti aspetteresti da uno come Higuain, nonostante si sappia che gli appartengano anche certi colpi "da 10". Il destro a giro da fuori area con cui timbra il 4-0 è una meraviglia per come si sviluppa l'azione e per l'idea di Higuain, che non tentenna un attimo quando Kanté gli offre quel pallone su un piatto d'argento. Un gol insolito per dimostrare di essere rimasto il solito Higuain.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche