Tanti positivi al Covid, Aston Villa a rischio focolaio: sfida al Liverpool in bilico

CORONAVIRUS

Il club di Birmingham costretto a chiudere d'urgenza il suo centro sportivo dopo aver registrato un "vasto numero di positivi" tra i suoi tesserati. In bilico la sfida di venerdì 8 gennaio in FA Cup contro il Liverpool: dialogo in corso per valutare se rinviare o meno la partita

CORONAVIRUS: DATI E NEWS IN DIRETTA

C'è un altro club a rischio focolaio in Premier League: alla vigilia della sfida di Coppa d'Inghilterra contro il Liverpool, in programma venerdì 8 gennaio, l'Aston Villa è stato costretto a chiudere d'urgenza il suo centro sportivo dopo aver registrato un "vasto numero di positivi al coronavirus" tra i suoi tesserati.  "Già i test effettuati nella giornata di lunedì - spiega il club di Birmingham - avevano costretto molti giocatori della prima squadra e dello staff tecnico all'autoisolamento, mettendo in forte dubbio la disputa dell'incontro di coppa". Dopo un secondo giro di tamponi svolti nella giornata di giovedì, è arrivata la decisione di chiudere la struttura di Bodymoor Heath. 

Rinvio o no? Dialogo in corso con FA e Premier League

leggi anche

Il derby è del City: ora finale col Tottenham

La decisione sull'eventuale rinvio della partita sarà presa allora in accordo fra club, federcalcio inglese e Premier League, come assicura la nota diffusa dall'Aston Villa. L'allenamento del giovedì è stato annullato mentre Football Association, Premier e Aston Villa, si legge in una comunicazione successiva, "stanno lavorando per cercare di garantire che la partita contro il Liverpool possa giocarsi come previsto a Villa Park". Nel terzo turno di Coppa d'Inghilterra c'è un'altra partita che non si giocherà a causa del Covid: è quella fra il Southampton e lo Shrewsbury, squadra di League One.

40 positivi in Premier tra fine dicembre e inizio gennaio

leggi anche

Troppi casi nel City, rinviato match con l'Everton

La prossima partita dell'Aston Villa in Premier League è in programma in casa contro il Tottenham il 13 gennaio. Sono 40 i casi di positività al Covid-19 registrati nel massimo campionato inglese nel corso dei test eseguiti tra il 28 dicembre e il 3 gennaio e nello stesso arco di tempo sono state rinviate tre partite: due hanno riguardato il Fulham, contro Burnley e Tottenham, mentre il 28 dicembre Everton-Manchester City è stata annullata a quattro ore dal calcio d'inizio a causa di alcuni casi positivi rilevati nel gruppo squadra del City.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.