United, Rashford denuncia accuse razziste sui social: "Nessuno mi farà sentire diverso"

Premier League

L'attaccante dello United replica alle accuse di razzismo ricevute sui social: "Sono un uomo di colore e sono orgoglioso di esserlo. Nessun messaggio mi farà mai sentire diverso. Non condivido gli screen perché non voglio che vengano letti dai bambini"

Marcus Rashford non ci sta ed alza la voce portando allo scoperto un nuovo caso di discriminazione razziale. Lo sfogo dell'attaccante del Manchester United non riguarda dunque nessuna vicenda di campo, ma qualcosa di ben più grave: attraverso il proprio profilo Twitter ufficiale, infatti, il talento 23enne ha denunciato di aver ricevuto insulti razzisti sui propri profili social. "L’umanità e i social media nella loro peggiore espressione. Sì, sono un uomo di colore e vivo ogni giorno orgoglioso di esserlo. Nessuno, o nessun commento, mi farà sentire diverso. Mi dispiace quindi se stavi cercando una reazione forte, semplicemente non la otterrai qui", il tweet di Rashford arrivato dopo il pareggio del suo Manchester United in trasferta contro l’Arsenal nella 21^ giornata di Premier League.

"Irresponsabile condividere gli screenshot"

vedi anche

Arsenal, pareggio senza reti contro il Manchester United

Rashford ha poi proseguito nel suo sfogo via Twitter: "Non condivido gli screenshot. Sarebbe irresponsabile farlo e come potete immaginare non c'è nulla di originale in quello che c’è scritto". L’attaccante del Manchester United ha poi concluso così: "Ho bellissimi bambini di tutti i colori che mi seguono e non hanno bisogno di leggerli. Colori bellissimi che dovrebbero essere solo celebrati".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.