Scozia, la robot cam dell'Inverness confonde il guardalinee calvo con il pallone. FOTO

da non credere

Episodio alquanto curioso nel corso di Inverness-Ayr United, Championship scozzese: i padroni di casa, che trasmettono le proprie partite in tv avvalendosi della tecnologia, non potevano immaginare che la robot cam impostata per seguire il pallone venisse "distratta" dalla testa dell'assistente dell'arbitro, completamente calvo

CORONAVIRUS, DATI E NOTIZIE IN TEMPO REALE

Siamo di fronte alla classica notizia che, se anziché essere sotto Halloween fossimo a Carnevale, uno non verificherebbe nemmeno. Invece no, non si tratta di uno scherzo. Anzi, chiamiamolo scherzo della tecnologia: siamo in Scozia, dove si gioca Inverness-Ayr United, Championship scozzese. I padroni di casa, club con un certo prestigio locale, si sono attrezzati per trasmettere le partite casalinghe attraverso un sistema di telecamere robotizzate: il mancato impiego di un umano (il classico cameraman) ha però causato un imprevisto. Sabato scorso, il sistema impostato per seguire la traiettoria del pallone, è stato mandato in tilt dalla "pelata" dell'assistente dell'arbitro. In più di un'occasione i telespettatori si sono ritrovati davanti agli occhi la zona di competenza del guardalinee, perdendosi le azioni di gioco. E il telecronista si è scusato per l'inconveniente tecnico, ripreso da alcuni utenti su Twitter.

Un regista per il centrocampo? Meglio un cameraman

L'Inverness, che quest'anno milita nella seconda divisione ma nella sua storia vanta numerose partecipazioni nella Scottish Premiership, torna a far parlare di sè per un autogol mediatico. Almeno sul campo, la partita con l'Ayr United non è stata una sconfitta: risultato finale 1-1. Un consiglio per la prossima campagna acquisti però è d'obbligo: più che un regista, qui serve un cameraman!

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche