Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 ottobre 2016

Marotta difende Buffon: "Critiche? Troppi soloni"

print-icon

L'amministratore delegato della Juve risponde a quanti hanno attaccato il capitano azzurro dopo l'errore contro la Spagna: "Ha scritto pagine indelebili della storia del calcio". Sull'infortunio di Milik: "Ci piacerebbe vincere contro avversari al top"

Dopo l’errore commesso contro la Spagna, Gigi Buffon ha ricevuto molte critiche. Al termine dell’incontro di San Siro tra arbitri, allenatori, capitani e dirigenti della Serie A, Beppe Marotta lo ha difeso, attaccando i “soloni” che hanno criticato il portiere della Juve. "Al di là delle qualità tecniche, Gigi ne ha di umane, è molto temprato, uno come lui non si deve far condizionare dalle critiche - ha detto l’amministratore delegato bianconero -. Piuttosto è da biasimare il comportamento di certi soloni, critici: non si rendono conto di valutare un giocatore che ha scritto pagine indelebili nella storia del calcio italiano e potrà recitare un ruolo anche dopo la carriera. Rappresenta un'icona e raccoglie valori da insegnare".

Le strategie di mercato - "Continuiamo a monitorare situazioni vantaggiose dal punto di vista qualitativo ed economico, giocatori che possono fare al caso nostro. Però - ha tagliato corto Marotta - in questo momento non me la sento di entrare troppo nel merito. La rosa risponde a pieno ai nostri obiettivi per questa stagione. Per quanto riguarda rinnovi e prolungamenti sono dinamiche ricorrenti, non c'è nulla da rimarcare in modo straordinario, se non che il confronto con i procuratori avviene".

L’infortunio di Milik - Per la Juve, "non è un fatto piacevole", il grave infortunio che priverà a lungo il Napoli del proprio goleador Arkadiusz Milik. "Voglio esprimergli i miei auguri di pronta guarigione. Non siamo contenti, a noi piace vincere, e vincere contro avversari al meglio delle proprie possibilità", ha aggiunto il dirigente bianconero, tracciando un bilancio provvisorio per la squadra: "Siamo soddisfatti, anche se siamo in una fase interlocutoria della stagione, siamo ancora attori non protagonisti fino in fondo delle competizioni alle quali partecipiamo. Ma siamo soddisfatti dell'andamento".

L’assenza di Marchisio - La Juventus attende il rientro di Claudio Marchisio, che ha partecipato - assieme a Marotta - all'incontro di San Siro fra arbitri, capitani, allenatori e dirigenti. "Ci è mancato più di Pogba? Parlare di mancanza mi sembra esagerato, perché siamo in testa al campionato e in Champions stiamo facendo bene. L'assenza di Marchisio - ha continuato Marotta - sicuramente si è fatta sentire, perché è un giocatore di valore e spessore, è eclettico e moderno, può ricoprire diversi ruoli. Ma la rosa della Juventus è competitiva, può anche attenuare eventuali defezioni come quella di Marchisio".