Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
31 ottobre 2016

"Suning assente, non si può gestire da Nanchino"

print-icon
mar

Il consiglio di Tronchetti Provera alla proprietà dell'Inter: "Troppo lontana finora" (Getty)

Il presidente della Pirelli Marco Tronchetti Provera parla del momento no dell'Inter: "Troppi errori della nuova proprietà. Senza società, anche un allenatore straordinario non può raggiungere risultati importanti"

L’Inter non decolla. Marco Tronchetti Provera, vicino alla squadra nerazzurra da anni come tifoso e sponsor non ha dubbi su cosa non è andato fino a questo momento: "Suning deve fare la proprietà. Il Milan ha vinto quasi tutto con Berlusconi vicino alla squadra, l'Inter di Moratti ha vinto 15 titoli in 6 anni grazie alla presenza di Moratti, la Juve vince con Andrea Agnelli molto vicino alla squadra. Nel calcio l'unica formula vincente è una proprietà appassionata e vicina alla squadra”, ha detto a “La politica nel pallone su Gr Parlamento”.

Il futuro di De Boer - "Una società non si gestisce da Giacarta, Pechino o Nanchino. La proprietà – aggiunge - si è mossa molto bene sul mercato dimostrando di voler appoggiare l'Inter, devono decidere di avere una persona che conosce il campionato e che abbia pieni poteri”. Inevitabile parlare poi del futuro di Frank De Boer: “Penso che il tema di fondo sia la società, anche un allenatore straordinario senza una società difficilmente raggiunge grandi obiettivi. Nomi fatti per l'Inter? I nomi destabilizzano ancora di più, certe scelte vanno fatto senza che prima appaiano sui giornali destabilizzando ancor di più la società".

I limiti della rosa - Parlando della rosa il numero uno di Pirelli aggiunge: "I limiti della difesa li conosciamo, quello che impressiona è che il centrocampo con i punti di forza che ha, abbia così deluso, è abbastanza avvilente. I giocatori sono di grande qualità, è un Inter forte e per i tifosi è una delusione ancor più grande non vedere esprimere il potenziale che c'è. Fa malissimo pensare al Milan davanti vedendo come la squadra ha saputo giocare con la Juve e, in parte, col Toro. Il potenziale c'è e l'Inter deve venir fuori ma manca qualcosa".

Futuro con il Cholo? - Da anni si parla di un possibile approdo sulla panchina nerazzurra di Diego Simeone: "E' un grande allenatore con un animo interista, per noi appassionati è un nome che crea emozione", prosegue il presidente della Pirelli. “Un possibile ritorno di Moratti come presidente? Doveva essere un problema già risolto da tempo, oggi parleremmo in modo diverso dell'Inter".

Verratti - Il centrocampista del Psg è un sogno di Tronchetti Provera: “Bel giocatore, abbiamo già un centrocampo forte che può esser ulteriormente rafforzato. I problemi ce li abbiamo in difesa, vorrei due buoni difensori in più e la squadra sarebbe perfetta", conclude prima di dedicare un pensiero a Icardi: "Certamente può essere la bandiera dell'Inter del futuro se la società gli starà vicino, sta alla società far sì che da grande diventi grandissimo".