Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
07 novembre 2016

Inter-Pioli, pronti per chiudere. C'è un nuovo ad

print-icon

Il prescelto per sostituire De Boer sulla panchina nerazzurra è stato a Milano per definire gli ultimi dettagli prima della firma del nuovo contratto. L'allenatore dovrà prima risolvere quello con la Lazio. Intanto si dimette Bolingbroke: è Jun Liu, vicepresidente di Suning, il nuovo ad

Abito scuro, occhiali da sole e cappellino in testa. Stefano Pioli, il prescelto per sostituire
Frank De Boer sulla panchina dell'Inter, è arrivato a Milano e nel pomeriggio ed è andato in un palazzo del centro, sede dello studio legale nerazzurro. Argomento? La discussione degli ultimi dettagli del contratto che lo legherà al club nerazzurro. Solo un sorriso per Pioli che non ha rilasciato alcuna dichiarazione, neanche quando ha lasciato poco dopo le 18.30 lo studio Capellini, dove nel pomeriggio ha incontrato i legali che curano gli interessi dell'Inter. Il prossimo allenatore del club nerazzurro non si è fermato a parlare con i cronisti ed ha lasciato lo stabile a bordo di un suv scuro, lo stesso su cui poco prima erano arrivati il direttore generale dell'Inter Giovanni Gardini e il corporate director Michael Williamson.

La Lazio: "Ci vuole ancora un po'" - "Credo che ci vorranno un paio di giorni per la risoluzione del contratto di Pioli. Ci stiamo lavorando ma non ci sono problemi se non di carattere burocratico", ha detto all’Ansa l'avvocato della Lazio Gian Michele Gentile spiegando quelli che sono i tempi tecnici necessari per liberare Stefano Pioli dal contratto che lo lega al club biancoceleste. Solo in seguito l'Inter potrà tesserarlo e quindi annunciarlo come nuovo allenatore della squadra nerazzurra. "Al momento - spiega l'avvocato - la Lazio sta pagando due allenatori oltre ai rispettivi collaboratori. Per il club non c'è quindi alcun problema a dare il via libera per la risoluzione del contratto del tecnico Pioli e del suo staff. Servirà comunque la sua firma, quindi non è escluso che possa venire a Roma".

Moratti: "Pioli scelta di buon senso" - Anche l’ex patron Massimo Moratti ha voluto dare il suo endorsement alla scelta per la panchina nerazzurra: “Mi sembra di buon senso. E’ un allenatore che conosce il calcio italiano e che ha fatto giocare sempre bene le sue squadre. Cercherà di inserirsi al meglio. Se sono stato interpellato da Suning? No". Moratti entra anche nel merito delle modalità di selezione: "Non ho mai fatto casting - aggiunge l'ex presidente - ma li vedevo per conto mio. Sono sistemi diversi ma non è detto quale sia giusto e quale sbagliato. Sono metodi trasparenti per compiere una scelta che mi pare ben fatta".

Si dimette Bolingbroke, è Jun Liu il nuovo ad - In attesa dell'ufficialià di Pioli nuovo allenatore, arriva un'altra grossa novità per i colori nerazzurri, questa volta in ambito dirigenziale. Si dimette l'ad Michael Bolingbroke, verrà sostituito ad interim da Jun Liu, 40 anni, vicepresidente di Suning Sports Group. Nel comunicato con cui ha annuciato il passaggio di consegne, l'Inter precisa che Jun Liu "garantirà una connessione ancora più stretta tra la proprietà e il club.  Jun Liu, nato nel 1976 in Cina e laureatosi presso l'Università di Nanchino, è vice presidente di Suning Sports Group e vanta grande esperienza nell'ambito dello sports management".