Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
26 novembre 2016

Allegri: "Saranno 4 gare importanti per il titolo"

print-icon

Genoa, Atalanta, il derby col Toro e la Roma. Alla vigilia della sfida contro i rossoblù di Juric, l'allenatore della Juve mette in guardia i suoi ragazzi: "In queste partite ci giochiamo grandi possibilità di vincere il campionato". Rientrano Benatia e Higuain: "Gonzalo non è detto che giochi"

"Nei prossimi venti giorni si decide una bella fetta della stagione. In quattro partite ci giochiamo grandi possibilità di vincere il campionato". Alla vigilia di Genoa-Juve, Massimiliano Allegri non ha dubbi: le gare con Genoa, Atalanta, il derby col Toro e la Roma, decideranno gran parte del campionato della sua squadra. Per questo motivo, la concentrazione non può calare: "Pensare che sette punti di vantaggio si possano gestire è da folli - ha aggiunto -. Per 20 giorni dobbiamo concentrarci solo sul campionato. Dopo la partita con la Roma penseremo alla Supercoppa di Doha".
 

La gara di Genova - La prima di queste quattro gare sarà appunto contro i rossoblù di Juric: "A Marassi sarà partita molto complicata, le partite non finiscono mai..., fino al 95'. Soprattutto in casa saranno molto battaglieri, dovremo metterci sul loro piano". Tra i convocati ci sono Higuain, "ma non è detto che giochi dall'inizio" - ha precisato Allegri - e Benatia, dopo il recupero dai rispettivi infortuni.

Kean non sarà titolare – Il Pipita ha recuperato ma potrebbe partire dalla panchina, Dybala è ancora assente, ma Allegri esclude che a Genova possa giocare dal 1' il sedicenne Moise Kean, reduce da due debutti consecutivi in campionato e in Champions. "Sta crescendo molto, si è adattato alla prima squadra, ma è esagerato pensare che possa partire titolare". Giocherà ancora Mandzukic: "Nella Juventus la terza punta gioca sempre oltre 35 partite, la fiducia che ho in Mario parla da sé: - ha aggiunto l’allenatore bianconero - da qui alla fine dell'anno con la concorrenza ci sarà da andare forti, ci sono tante partite".