Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
27 novembre 2016

Giampaolo: "Contava essere concreti"

print-icon
marco_giampaolo_sampdoria_getty

Marco Giampaolo, allenatore della Samdporia (Getty)

Il gol di Bruno Fernandes è servito alla squadra blucerchiata per evitare la sconfitta sul campo del Crotone e gli ha permesso di portare a casa il quarto risultato utile consecutivo. L'allenatore: "Mi aspettavo una gara così, bravi a stare in partita contro un avversario complicato"

Giampaolo si aspettava una sfida complicata e così è stato. Sul campo del Crotone la Sampdoria è riuscita portare a casa un pareggio grazie al gol al minuto 72 di Bruno Fernandes, che ha risposto al vantaggio di Falcinelli. Diventano così quattro i risultati utili consecutivi per la squadra blucerchiata, che ora si trova al decimo posto in classifica con i suoi 19 punti conquistati. Nel prossimo turno, in casa a Marassi, la Samp affronterà il Torino dell’ex Mihajlovic. Così nel post gara ha commentato la prestazione dei suoi l’allenatore Marco Giampaolo: "E’ stata la partita che mi aspettavo - ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport - io e i ragazzi sapevamo che la gara si sarebbe potuta sviluppare su questi binari e la squadra è stata brava a stare dentro a questo match così complicato".

E ancora: "Il Crotone è stato bravo, abbiamo trovato una formazione un po’ diversa rispetto a quella che ci aspettavamo, Nicola ha provato misure differenti da quelle a cui eravamo abituati. In ogni caso abbiamo preparato la sfida in un certo modo, sapendo che esteticamente probabilmente questa non sarebbe stata una bella partita. Quello che conta è essere concreti e siamo riusciti a prendere un punto su questo campo difficile. I rossoblù ci hanno costretti a giocare così - ha continuato dicendo l’allenatore - noi abbiamo fatto vedere cose diverse rispetto a quanto mostrato in casa contro il Sassuolo".

"Sono abbastanza soddisfatto comunque - ha poi concluso Giampaolo - questo è un buon risultato che ci permette di allungare la nostra striscia positiva, di muovere la classifica e di andare avanti positivi verso la prossima gara. Obiettivo? A novembre non si vince mai nulla e si sa che le cosse possono cambiare. Prima del derby era tutto diverso, basta davvero poco per migliorare o per rovinare tutto. I ragazzi in casa hanno spesso fatto bene anche con un bel gioco e conoscevano le difficoltà che avrebbero incontrato qui allo Scida".