Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
29 novembre 2016

Bologna, stop Rizzo: operazione Sadiq ok

print-icon
05_

L'allenatore del Bologna Donadoni (Getty)

Il Bologna si prepara in vista del 4.o turno di Coppa Italia con il Verona senza Helander e Rizzo out per infotunio. Dopo l'operazione, l'attaccante Umar Sadiq invece tornerà dopo la sosta natalizia

La Coppa Italia arriva, forse, nel momento giusto in casa Bologna. In quel momento in cui il morale è basso perché nell’ultimo turno di campionato hai perso per due a zero in casa, davanti al tuo pubblico; in cui l’unica cosa che vorresti è tornare a giocare subito per reagire, riscattarti. Sempre sotto gli occhi di chi ti ha sempre sostenuto. A meno due giorni da Bologna-Verona, la squadra di Roberto Donadoni è tornata ad allenarsi a Casteldebole per preparare al meglio la sfida, con tutte le intenzioni di passare il 4.o turno di Coppa. I rossoblù hanno dapprima svolto una serie di esercitazioni tecnico-tattiche, con tanto di partitella finale conclusiva. Chi non Allenamento differenziato per Filip Helander mentre Simone Verdi continua la sua riabilitazione all’Isokinetic. Le brutte notizie arrivano dall’infermeria perché si ferma Rizzo: gli esami cui è stato sottoposto il giocatore del Bologna hanno evidenziato una lesione di primo grado al semitendinoso della coscia sinistra. Ergo? I tempi di recupero saranno di circa 20 giorni.

Sadiq torna nel 2017 - Nella giornata di ieri inoltre Umar Sadiq è stato sottoposto ad intervento chirurgico alla caviglia sinistra. L’operazione, effettuata dal Prof. Santucci presso la clinica Villa Stuart di Roma, è perfettamente riuscita. Il giocatore tornerà a disposizione dopo la sosta natalizia. Bologna, testa alla Coppa Italia, con un 4.o turno all’orizzonte tutt’altro che semplice perché al ‘Dall’Ara’ arriva il Verona di Fabio Pecchia, capolista di Serie B e con un grande attaccante lì davanti come Giampaolo Pazzini. Ma i rossoblù di Donadoni non vogliono più sbagliare: prima il turno in Coppa e poi nuovamente in campionato, con l’insidiosa trasferta di Udine contro l’Udinese di Del Neri.