Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
03 dicembre 2016

Giampaolo: "Al Toro non toglierei nessuno"

print-icon
marco_giampaolo_sampdoria_getty

Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria (Getty)

I blucerchiati tornano in campo dopo aver conquistato l’accesso agli ottavi di Coppa Italia. “I granata hanno un organico di qualità, dovremo stare attenti”, ha dichiarato l’allenatore in conferenza stampa

Dopo la bella prova di mercoledì in Coppa Italia contro il Cagliari, la Sampdoria si prepara a tornare in campo. A Marassi arriva il Torino dell’ex Mihajlovic, in un ottimo momento di forma. Lo sa Giampaolo, che in conferenza stampa ha parlato delle sue aspettative e del momento della sua squadra in vista della sfida contro i granata: “Domani mi aspetto una gara difficile, il Toro è una formazione che ha cambiato pelle. Prima era un gruppo tutto lotta e di governo, ora è solo di governo. I granata hanno tanti giocatori di qualità, non a caso sono fra i migliori attacchi della Serie A. So anche che c'è rivalità sportiva fra le tifoserie, un elemento ulteriore in un programma già ricco".

"Sono contento delle risposte che ho ricevuto contro il Cagliari, ho la possibilità di scegliere fra più calciatori e la buona prova in Coppa ha dimostrato che anche chi ha giocato meno non si è mai sentito escluso. Questo era uno dei miei obiettivi, ho sempre detto che una squadra non è composta solo da undici giocatori, le motivazioni devono coinvolgere più giocatori possibili. E’ difficile, lo so, ma voglio che i miei ragazzi siano tutti dentro questa idea. Non facile farsi trovare pronti quando si gioca poco - ha aggiunto - ecco perché provo a coinvolgere tutti i ragazzi e a farli allenare allo stesso modo. Faccio così per far sì che loro abbiano sempre il massimo dalle loro possibilità".

Tornando poi alla gara di domani: "Credo che le caratteristiche di una squadra siano dettate dalle caratteristiche dei singoli giocatori, ora stiamo lavorando per costruire. Non c’è nessun giocatore che toglierei a Mihajlovic, guardo sempre in casa mia. Il Toro ha un organico di qualità, la prima punta è un giocatore molto bravo a fare gol, Valdifiori è un ottimo regista, i terzini non sono semplici marcatori ma fanno anche da fluidificanti. Nel suo complesso la squadra ha un livello qualitativo medio alto. Dobbiamo stare attenti soprattutto nell'uno contro uno e nell'organizzazione di gioco. In avanti abbiamo giocatori che possono far male. Si deve creare alchimia tra squadra e tifosi per raccogliere i risultati che sono arrivati in passato. Formazione? Non ho dubbi, Praet giocherà. Pavlovic ha ricominciato ad allenarsi con noi, Viviano tornerà prossimamente mentre spero di recuperare Sala per la prossima gara".