Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
07 dicembre 2016

Capozucca: "Cagliari in Europa col nuovo stadio"

print-icon
Capozucca, Cagliari

Stefan Capozucca, direttore sportivo del Cagliari (Getty)

Il direttore sportivo del Cagliari Stefano Capozucca fa sognare i tifosi rossoblù: "Il Presidente Giulini può portare questa squadra in Europa nel giro di un paio di anni. Sau? Come Pepito Rossi e Di Natale"

“Il mio mestiere è quello di pensare sempre a qualche soluzione di mercato. La mia fortuna è di avere il sostegno di un Presidente giovane, ambizioso, concreto, che è un vero patrimonio per la Società. Nel giro di un paio d’anni può portare questa squadra tra le prime sei-sette in Italia, soprattutto quando potrà usufruire del nuovo stadio. E questo è un po’ il mio sogno sportivo: essere qui quando giocheremo in Europa nel nuovo impianto”. Parole che fanno sognare i tifosi rossoblù e che arrivano dal direttore sportivo del Cagliari Stefano Capozucca. Un momento felice quello che sta attraversando la formazione allenata da Massimo Rastelli, nonostante il pareggio contro il Pescara all’Adriatico arrivato proprio nei minuti di recupero nell’ultima gara di campionato: “Quando si prende il gol del pareggio al 92’ c’è molto rammarico, avevamo fatto la bocca alla vittoria. E’ comunque un risultato di tutto rispetto: bisogna dire che il Pescara nel secondo tempo ha premuto, anche se aveva creato solo un paio di occasioni insidiose. Era una partita fondamentale, non a caso avevamo tenuto a riposo diversi giocatori nell’impegno di TIM Cup”, spiega Capozucca come si legge nelle sue parole riportate dal sito ufficiale del club rossoblù.

Pescara ormai alle spalle, adesso la concentrazione è rivolta al prossimo impegno contro il Napoli di domenica prossima: “La squadra allenata da Sarri secondo me gioca il miglior calcio in Italia, sappiamo che per noi non sarà facile, ma giochiamo al Sant’Elia dove abbiamo sempre fatto bene e i tifosi tengono molto  a questa gara”, prosegue Capozucca. Il direttore sportivo del Cagliari affronta poi diversi temi, iniziando dal suo rapporto personale con Massimo Rastelli: “Ho un bel rapporto, franco e schietto. Con lui mi confronto quotidianamente. Sau? Secondo me lui non ha coscienza del suo valore reale, penso che non abbia niente di meno di Pepito Rossi e Di Natale”. Cagliari che, dopo aver ripreso nella giornata di ieri gli allenamenti, quest’oggi si ritroverà  per una nuova seduta di lavoro mattutina al centro sportivo di Asseminello.