Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 dicembre 2016

Immobile: "Quarto posto? Non vogliamo fermarci"

print-icon
immobile_lazio_getty

Ciro Immmobile, attaccante della Lazio (Getty)

L'attaccante biancoceleste ha parlato in occasione della cena di Natale della squadra. Oltre alle riflessioni sul momento del gruppo, il calciatore ha analizzato anche i suoi primi mesi a Roma: "Fino ad ora la mia avventura qui è estremamente positiva, il gol non è una mia ossessione"  

Dopo essere tornata in campo per l’allenamento in vista della gara contro la Fiorentina, questa sera la Lazio ha festeggiato il Natale. La consueta cena di fine anno ha visto coinvolti tutti i protagonisti della rosa biancoceleste, oltre all’allenatore Simone Inzaghi, alla società ed a tutto la staff tecnico. Presente anche l’attaccante Ciro Immobile, che alla radio ufficiale del club ha parlato così del momento della squadra e delle sue aspettative personali: "Siamo tutti felici perché c’è una bella atmosfera e siamo stati proprio noia renderla così grazie agli ultimi risultati che siamo riusciti ad ottenere. Siamo orgogliosi di quello che stiamo facendo e vogliamo continuare così. Se dovessi fare un bilancio di quello che ho vissuto da quando sono qui posso dire che i miei quattro mesi a Roma sono stati estremamente positivi".

"Non siamo partiti con i favori del pronostico - ha poi aggiunto - ma con il mister e il suo staff abbiamo fatto ricredere tutti. Abbiamo lavorato tanto e ora siamo lì, quarti nella classifica si Serie A con 31 punti e di certo non vogliamo fermarci. Se mi manca il gol? Nel calcio di oggi l’attaccante viene giudicato solo per le reti che riesce a segnare, ma io sto cercando di essere completo, voglio migliorarmi facendo quello che mi chiede il mister. Se lui alla fine delle partite si congratula con me e mi dice che è soddisfatto di quello che ho fatto vuol dire che sono stato bravo e anche io posso essere soddisfatto. Ovviamente con il gol è tutto più bello, ma per me non è una ossessione".

E ancora, sulla prossima partita contro la squadra di Paulo Sousa: "So che incontreremo una squadra preparata, i viola sono forti e molto organizzati. In più giocano un buon calcio e di certo per noi sarà un match difficile. Dal canto nostro, però, vogliamo farci perdonare il derby davanti al nostro pubblico, lì abbiamo perso l’ultima partita e lì vorremo tornare alla vittoria in casa. Siamo orgogliosi di come i tifosi ci hanno sostenuto a Genova, abbiamo visto il loro striscione e ci ha dato molta carica. Questo ci darà uno stimolo in più per battere una grande squadra come la Fiorentina. Obiettivo? Nella nostra testo ora c’è solo il prossimo impegno, andiamo avanti con ottimismo e con fiducia; vedremo dove potremo arrivare", ha concluso.