Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 dicembre 2016

Sarri: "Alla Roma 8 rigori, al Napoli zero"

print-icon
Sarri, Napoli

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli (LaPresse)

Alla vigilia della gara col Torino, l’allenatore del Napoli manda una frecciata alla Roma e parla anche della situazione che riguarda il futuro di Gabbiadini: "Io ho fatto il mio, il resto deve metterlo lui. Pavoletti? Non parlo di mercato"

Promessa Champions - Una sfida da alta classifica. 31 punti il Napoli, 25 il Torino: profumo d’Europa al San Paolo. Dopo le nette vittorie su Inter e Cagliari, la formazione azzurra va a caccia della terza vittoria consecutiva in campionato. L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri presenta così la sfida di domani contro il Torino, ecco le sue parole in conferenza stampa: “Il Torino ha un grande allenatore che ha trasmesso tanto alla squadra  in pochi mesi: quella granata è una formazione pericolosissima soprattutto in attacco, sarà una sfida difficile. Il bilancio del 2016? Secondi in campionato, record nel girone di Europa League, adesso gli ottavi di Champions conquistati: direi che è un bilancio positivo", prosegue Sarri. Immancabile un riferimento alla sfida con il Real Madrid: "Al direttore dell'Empoli promisi che avrei fatto la Champions, promessa mantenuta. Testa al Toro, ma col Real sarà una sfida prestigiosa".

Da Gabbiadini a Pavoletti - Napoli in campo domani contro il Torino, questa sera invece big match tra Juventus e Roma: "Non mi interessa, penso di non vederla", taglia corto Sarri. Che poi aggiunge: "Strano che noi e la Roma siamo le squadre che hanno giocato più palloni di tutti nell'area avversaria ed a loro sono stati concessi  otto rigori mentre a noi nessuno. Ma non voglio fare polemica, speriamo si riequilibrino i numeri". Sarri che poi parla del momento del Napoli: "A Cagliari la squadra ha mostrato qualcosa di diverso dal punto di vista mentale. Callejon, Mertens e Insigne sono cresciuti sia  fisicamente che mentalmente. Per Gabbiadini ho fatto quello che ho fatto per gli altri. Ha un potenziale importante ed ha fornito segnali di crescita: io metto il mio, il resto però deve metterlo lui. Chiriches o Maksimovic? Al momento Chiriches è più avanti tatticamente: Maksimovic ha un potenziale eccezionale ed in futuro sarà importante per noi”. Immancabile la domanda su Pavoletti: "E’ del Genoa, non parlo di mercato".