Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 dicembre 2016

Donadoni: "Avanti così. Bomber non ne abbiamo"

print-icon
don

Il Bologna di Donadoni vince sul campo del Pescara (Getty)

Il Bologna vince in trasferta sul campo del Pescara e si allontana dalla zona calda della bassa classifica. Donadoni commenta soddisfatto il match ai microfoni di Sky Sport 

Il Bologna vince e convince in casa del Pescara e si allontana dalla zona calda: il terzultimo posto ora - dopo 17 partite - dista ben undici punti. E’ un Roberto Donadoni estremamente soddisfatto quello che commenta il match ai microfoni di Sky Sport.

Accontentarsi mai - "Tutto in discesa? Aver sbloccato la partita così presto e il cartellino rosso di Verre ci ha chiaramente agevolato però noi siamo stati bravi a non rallentare mai. Dopo il vantaggio abbiamo cercato il secondo gol perché è chiaro che se non sei bravo e lucido e poi concedi un gol si può riaprire tutto. Il tre a zero ha chiuso i giochi. Dico che potevamo sfruttare qualche spazio in più ma va bene così. Il rosso a Verre è stato un duro colpo per loro, il Pescara ha provato a reagire ma abbiamo sempre mantenuto lucidità, siamo stati bravi a controllarla.

Obiettivo salvezza - “Il nostro obiettivo è sempre lo stesso: ottenere più punti possibili, gara dopo gara. Abbiamo ancora due partite prima della fine del girone d’andata e francamente vogliamo onorare al meglio questa prima parte di stagione. Gli undici punti dalla zona calda vogliamo farli diventare 15, 18 o 20. L’ambizione di ognuno di noi è quella di crescere e migliorare”.

Scelte di formazione - "Taider fuori? E’ stata una scelta legata alla Coppa d’Africa che il giocatore andrà a fare, è stato deciso così anche in previsione di quello, vogliamo abituarci a restare senza di lui. Poi chiaro, durante la gara succedono anche tanti imprevisti e le scelte possono cambiare in corsa. Ho a disposizione centrocampisti che hanno caratteristiche diverse tra loro ma che possono fare tutti bene”.

Problemi d’attacco - "Oggi avremmo voluto e dovuto avere una classifica ben diversa, con quattro o cinque punti in più. Ma alla fine parla il campo. Problemi in attacco? Non abbiamo grandi bomber, il Bologna storicamente non ne ha mai avuti. Parla la storia di ogni giocatore. Verdi ci manca, soprattutto per come calcia i piazzati: la sua è stata una perdita importante a livello realizzativo. Ma bisogna lavorare per colmare i limiti".