Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 dicembre 2016

Di Francesco: "Ci mancano i gol. Sul mercato..."

print-icon

Finisce 1-0 per i nerazzurri l’anticipo delle 12:30 al Mapei Stadium, il Sassuolo non riesce a pareggiare il gol di Candreva in apertura di ripresa. L’allenatore: "I ragazzi hanno fatto bene, dovevamo metterci più qualità. Mercato? A centrocampo serve qualcosa, per il resto vedremo"

Un gol al 47’ di Candreva decide la gara tra Sassuolo ed Inter, la squadra di Di Francesco (con tanti assenti) perde ancora dopo la sconfitta di lunedì contro la Fiorentina. I neroverdi - che non sono riusciti a concretizzare le occasioni create - restano così a quota 17 punti in classifica, al quindicesimo posto, e nel prossimo turno affronteranno il Cagliari fuori casa. Così, nel post gara ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore degli emiliani ha commentato la gara: "Anche oggi nessun alibi, abbiamo avuto ottime opportunità che non abbiamo sfruttato al meglio contro una grande squadra. Abbiamo preso gol su una situazione in cui ci eravamo aperti troppo; poi abbiamo avuto poca qualità nelle scelte individuali, sarebbe servito un pizzico di sfortuna in meno nelle scelte più pericolose in cui abbiamo provato ad andare in vantaggio prima e a pareggiare poi".

Buone prestazioni ma pochi gol -
"Mi conforta il fatto che questa squadra continui a fare ottime prestazioni anche contro formazioni come l’Inter; nelle scorse settimane abbiamo fatto buone cose, con la Fiorentina è stato un primo tempo eccezionale. La squadra è viva e deve migliorare in alcune situazioni in cui facciamo degli errori di gioventù che non possiamo permetterci se vogliamo continuare ad essere competitivi o per lo meno provare a fare male alle altre squadre. Sappiamo che in questo momento le cose non girano nel modo giusto ma sono soddisfatto dalle risposte che ricevo in ogni partita. Pochi gol? Le reti sono fondamentali, lo dimostra il fatto che le squadre che sono avanti in classifica beneficiano dei gol dei loro attaccanti. Noi non siamo mai stati abituati ad avere gli attaccanti in doppia cifra tranne Berardi negli ultimi anni, dobbiamo essere più squadra e cooperativa senza snaturarci".

Condizione e mercato - "E’ chiaro che quando creiamo tanto dobbiamo metterci più qualità per fare più male. Sensi è nato per essere l’alter ego di Missiroli - che oggi ha avuto un risentimento in gara da valutare - è bravissimo a fare anche la mezzala perché ha tempi e qualità che possono determinare le partite. Cosa mi aspetto dal 2017? Peno che oggi dobbiamo pensare a recuperare i giocatori assenti perché con la rosa è così risicata che abbiamo dobbiamo guardarci da quelle dietro di noi e cercare di fare più punti possibile. So che non è facile perché non riusciamo a portare a casa quello che meritiamo. Vorrei farvi vedere i dati fisici di questi ragazzi: sono ottimi. Ma i risultati non arrivano. Ovvio che quando metti calciatori che non giocano da tanto possono risentire a fine gara come successo oggi. Però dobbiamo essere bravi a mantenere la condizione fisica. Mercato? In mezzo al campo qualcosa ci serve, abbiamo tanti calciatori fuori e sicuramente qualcosa dovremo fare. Per il resto valuteremo, spero di poter recuperare alcuni come Politano e Berardi che non li ho da diverso tempo".