Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
20 dicembre 2016

Atalanta, Gasp: "Mercato? Non cederemo. Kessié..."

print-icon
Gian Piero Gasperini - Atalanta

L'allenatore dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, prima della vittoria contro l'Empoli (foto Getty)

L'allenatore nerazzurro commenta le voci di possibili trattative in uscita: "Non penso la società abbia intenzione di vendere. Anzi, se ci fosse l'occasione giusta potremmo rinforzarci... A Babbo Natale chiedo che Franck non vada in Coppa d'Africa"

"E’ difficile commentare questa partita, l’abbiamo dominata a lungo anche nel primo tempo. Negli ultimi 16 metri dobbiamo crescere e migliorare molto, creiamo tante occasioni ma dobbiamo essere più precisi e più potenti altrimenti così è una sofferenza": commenta così Gian Piero Gasperini, a fine partita, la vittoria della sua Atalanta contro l’Empoli nell’anticipo della 18a giornata di Serie A. Una gara decisa anche dall’ingresso di Kessié: "Franck l’ho portato in panchina per farlo entrare a partita in corso ed è andata benissimo, è un ragazzo molto giovane e quando è entrato è stato determinante nelle conclusioni e nel darci una maggiore forza d’urto in attacco", ha aggiunto Gasperini.

"Non demonizzate i contrasti" - "Questa è una causa che porto avanti da tanto tempo, lo dico sempre anche nelle riunioni tecniche con gli arbitri - sottolinea l’allenatore dell’Atalanta analizzando il numero di falli della gara -. Il contrasto è un gesto tecnico al pari del tiro, del dribbling e del colpo di testa. E’ un gesto tecnico difficile e molto bello, purtroppo negli ultimi anni è stato penalizzato come fosse un qualcosa che toglie spettacolarità al gioco. Non è facile da insegnare, ci vuole tempismo, capacità, anticipo. Fa parte di doti importanti. Purtroppo troppo spesso tanti contrasti vengono puniti", prosegue Gasperini.

"D’Alessandro l’avrei ammazzato…" - Gasperini parla anche dell’ipotesi di un cambio di modulo per favorire D’Alessandro: "E’ un’alternativa che abbiamo, ma abbiamo trovato un ottimo equilibrio con questo modulo di gioco. D’Alessandro è veramente un ottimo giocatore, la classica ala che può cambiare le partite. Questa sera però l’avrei quasi ammazzato, poi dopo il gol ha risolto tutto. Se segna… va bene", risponde l’allenatore dell’Atalanta.

Desideri e mercato - "A Babbo Natale chiederei la non convocazione di Kessié per la Coppa d’Africa. Il mercato? Non ho paura, non credo che qualcuno se ne vada a gennaio. La società ha tutta l’intenzione di trattenerli fino a giugno, anzi magari diventeremo anche più forti", conclude Gian Piero Gasperini.

Atalanta-Empoli 2-1, gli highlights