Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 dicembre 2016

Esclusiva Serginho: "Questo Milan mi piace"

print-icon

L’ex terzino rossonero ha parlato a margine di uno degli eventi organizzati alla vigilia della Supercoppa tra rossoneri e bianconeri: "L’unico 'nuovo Serginho' che vedo oggi è Alex Sandro. I cinesi? Spero abbiano almeno la metà dell'amore per il club che ha avuto Berlusconi"

Poco più di 24 ore alla sfida che vedrà Milan e Juventus impegnate nella sfida che assegnerà l’ultimo trofeo del 2016. A Doha è già vigilia di partita e mentre le squadre continuano la loro preparazione sul campo, i dirigenti delle due squadre sono impegnati negli eventi organizzati a margine della partita. Oltre all’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani ed a quello bianconero Giuseppe Marotta, anche l’ex terzino del Milan Serginho ha preso la parola quest’oggi di fronte ai giornalisti presenti: "Domani sarà una partita difficile - ha detto durante l’incontro con l’ambasciatore italiano a Doha - appuntamento a cui erano presenti anche i capitani Buffon e Montolivo - la Juventus è una squadra che è cresciuta molto nelle ultime quattro partite dimostrando di poter giocare un grande calcio e di avere un grande attacco".

"Questo Milan mi piace"
- "Anche il Milan però è in crescita rispetto agli ultimi anni - ha poi aggiunto il brasiliano - i giocatori hanno preso fiducia nel corso della stagione e ora stanno facendo vedere ottime cose; Montella sta lavorando bene. E’ un peccato che i rossoneri abbiano perso al partita contro la Roma perché all’Olimpico la squadra ha giocato molto bene. La finale di domani sarà una partita secca dove può capitare di tutto, soprattutto se è Juve-Milan. Questo Milan comunque a me piace molto, ci sono ragazzi giovani ma con grande personalità".

Galliani e Suso - E ancora, sul suo rapporto con Galliani, Serginho ha aggiunto: "Ho un grande rapporto con lui, abbiamo vissuto tante vittorie e tante emozioni insieme. Se in futuro cambierà la dirigenza mi auguro che i nuovi proprietari mettano la stessa passione che per tanti anni ci ha messo lui. Per vincere una squadra deve avere equilibrio, servono giocatori giovani e calciatori di esperienza. Chi sarà l’uomo partita di domani? Credo Suso perché è in un momento ottimale della sua carriera e credo che possa fare bene". E proprio per quello che riguarda l’attaccante spagnolo, è di quest’oggi la notizia che c’è l’intesa per il prolungamento del suo contratto con il Milan.  

"Nuovo Serginho? Alex Sandro"
- Infine, ai microfoni di Sky Sport, l’ex calciatore ha parlato anche di un suo possibile erede: "L’unico nuovo Serginho che vedo oggi è Alex Sandro. Il momento societario del Milan è difficile da definire, è incasinato perché non si capisce nemmeno chi siano questi cinesi, che idee abbiano o cosa vogliano fare. Spero solo che abbiano almeno la metà dell'amore per il Milan che ha avuto Berlusconi".