Di Francesco: "Risultato giusto, bene Aquilani"

Serie A
eusebio_di_francesco_sassuolo_getty

Pareggio senza reti nella prima gara del nuovo anno per i neroverdi - che contro il non riescono a tornare alla vittoria. L’allenatore: "Berardi non giocava da quattro mesi e ha venti minuti nelle gambe, per noi è fondamentale e spero torni presto in forma. Mercato? Non mi aspetto niente di particolare"

Si apre con un pareggio per 0-0 il 2017 del Sassuolo, che in casa contro il Torino non riesce a superare il Torino di Sinisa Mihajlovic. Un punto a testa per le due squadre, dunque, che permette ai neroverdi di Eusebio Di Francesco di salire momentaneamente al sedicesimo posto con diciotto punti in classifica. Al di là del risultato, la partita ha registrato anche l’importante ritorno in campo di Domenico Berardi, nuovamente a disposizione dopo oltre quattro mesi.

Al termine del match, l’allenatore della formazione emiliana ha commentato così la prestazione della sua squadra: "Oggi avevamo dentro Letschert e Politano di rientro dopo i rispettivi infortuni, Ragusa ha fatto la mezz’ala e non è abituato a ricoprire quel ruolo. Abbiamo sbagliato tanto nel primo tempo e per contenere Zappacosta ho dovuto cambiare e schierare un 4-2-3-1. Così abbiamo trovato più equilibrio e siamo riusciti a ripartire meglio. Nel secondo tempo la squadra mi è piaciuta tanto dal punto di vista tattico e mentale, venivamo dalla batosta di Cagliari e non era facile risollevarsi. Aquilani? E’ presto per dare giudizi positivi o negativi - ha aggiunto - io lo conosco da tempo ma ovvio che non è più giovanissimo. Però ha le qualità che servono, anche nella comunicazione ci capiamo bene".  

Un tempo ciascuno - "Non giocava da tempo ma al contrario di quanto pensavo è cresciuto durante la partita e anche quando siamo passati al centrocampo a due ha giocato benissimo. Dobbiamo ripartire da queste prestazioni, di Aquilani e non solo; il secondo tempo è stato buono e abbiamo rimesso a posto due o tre cose semplici togliendo delle giocate a Valdifiori e Zappacosta; abbiamo avuto tante occasioni però non siamo riusciti a concretizzarle. Nel complesso, il Toro meritava di più nel primo tempo e noi di più nel secondo. Si vede che Berardi non gioca da quattro mesi, è importantissimo per noi ma ora ha venti minuti nelle gambe e mi auguro di portarlo a settanta il prima possibile, è un calciatore fondamentale. E lo stesso vale per Politano. Mercato? Non mi aspetto niente di particolare, stiamo facendo delle valutazioni e come ho detto non credo che partiranno i big come Defrel e Acerbi; hanno offerte importanti e questo ci inorgoglisce perché vuol dire che abbiamo lavorato bene in questi anni ma la società ha detto che non dovrebbe partire nessuno; se potremo fare qualcosa dietro o a centrocampo ci muoveremo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche