Perin, crociato rotto: ma l'ultimo recupero...

Serie A
perin_lacrime

Niente da fare per il portiere rossoblù, altro lungo stop. L'ultima volta, però, ha recuperato in soli 5 mesi. Merito di una tabella di marcia rispettata per filo e per segno. Con determinazione. E se l'ha fatto una volta...

La paura, le lacrime, l'uscita dal campo anticipata. E pensare che aveva fatto anche un'ottima parata su Edin Dzeko. Poi lo stop. Che sfortuna per Mattia Perin. Nonostante la speranza iniziale, arriva la notizia. Pessima, ovviamente: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Ancora una volta. Purtroppo sì, perché il portiere rossoblù si era già infortunato ad aprile 2016. Esattamente allo stesso modo - l'altra volta al ginocchio destro - nel primo tempo di Sassuolo-Genoa (rimase in campo fino al 90esimo, dopo aver fatto grandi parate). Ecco il comunicato della società: "Il Genoa Cricket and Football Club comunica che gli esiti degli accertamenti medici a cui è stato sottoposto il portiere Mattia Perin hanno evidenziato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Nei prossimi giorni è previsto l’intervento chirurgico che sarà eseguito dal professor Mariani". Una storia triste, ma se Perin ha recuperato una volta può farlo di nuovo. Ecco perché:

La tabella della speranza - Lo stop sarà lungo e non è la prima volta, ma il programma dell'ultimo intervento lascia ben sperare. Step by step, Perin si è rimesso in piedi.

Il 13 aprile 2016 l'intervento a Villa Stuart del professor Mariani: prognosi di sei mesi, ma dopo sei giorni Mattia già cammina e usa la cyclette.

Piccoli passi. Piccolissimi. Mattoncini per il futuro.

Il nono giorno, invece, esercizi e piegamenti con la pressa, mentre a 15 giorni dall'invervento promette di partire per il ritiro senza saltare neanche un giorno. ll tempo passa, lui non demorde.

E al 34esimo giorno è già in campo per semplici esercizi con la palla, sempre a Villa Stuart. Poco dopo, invece, ecco i primi tocchi col pallone: deviazioni palla piede tra i cinesini.

Poi arrivano gli esercizi più complessi, i primi rinvii e tiri da fuori con la palla. Il recupero procede bene.

Giorno 43: prime parate senza tuffarsi, mentre al giorno 55 ecco i primi tuffi. Luce in fondo al tunnel. Poi?

Prime parate su veri tiri in porta dopo 2 mesi e una settimana.

Infine, dopo esattamente 2 mesi e 23 giorni di lavoro, Perin è definito "clinicamente guarito" e ha l'ok per andare in ritiro. Promessa mantenuta. Va con la squadra, ma evita le partitelle coi compagni per precauzione.

Il 3 agosto 2016, gioca la sua prima amichevole dopo l'infortunio: Genoa-Alessandria (3 mesi e 20 giorni dopo lo stop).

Per la prima di campionato va in panchina, mentre l'11 settembre del 2016 - a meno di 5 mesi dall'intervento - è titolare in Genoa-Fiorentina. Un recupero lampo per uno abituato a non mollare. E allora coraggio, Mattia. Se l'hai fatto una volta puoi farlo di nuovo, giusto? 

<blockquote class="instagram-media" data-instgrm-captioned data-instgrm-version="7" style=" background:#FFF; border:0; border-radius:3px; box-shadow:0 0 1px 0 rgba(0,0,0,0.5),0 1px 10px 0 rgba(0,0,0,0.15); margin: 1px; max-width:658px; padding:0; width:99.375%; width:-webkit-calc(100% - 2px); width:calc(100% - 2px);"><div style="padding:8px;"> <div style=" background:#F8F8F8; line-height:0; margin-top:40px; padding:50.0% 0; text-align:center; width:100%;"> <div style=" background:url(data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAACwAAAAsCAMAAAApWqozAAAABGdBTUEAALGPC/xhBQAAAAFzUkdCAK7OHOkAAAAMUExURczMzPf399fX1+bm5mzY9AMAAADiSURBVDjLvZXbEsMgCES5/P8/t9FuRVCRmU73JWlzosgSIIZURCjo/ad+EQJJB4Hv8BFt+IDpQoCx1wjOSBFhh2XssxEIYn3ulI/6MNReE07UIWJEv8UEOWDS88LY97kqyTliJKKtuYBbruAyVh5wOHiXmpi5we58Ek028czwyuQdLKPG1Bkb4NnM+VeAnfHqn1k4+GPT6uGQcvu2h2OVuIf/gWUFyy8OWEpdyZSa3aVCqpVoVvzZZ2VTnn2wU8qzVjDDetO90GSy9mVLqtgYSy231MxrY6I2gGqjrTY0L8fxCxfCBbhWrsYYAAAAAElFTkSuQmCC); display:block; height:44px; margin:0 auto -44px; position:relative; top:-22px; width:44px;"></div></div> <p style=" margin:8px 0 0 0; padding:0 4px;"> <a href="https://www.instagram.com/p/BPBL-efBOvi/" style=" color:#000; font-family:Arial,sans-serif; font-size:14px; font-style:normal; font-weight:normal; line-height:17px; text-decoration:none; word-wrap:break-word;" target="_blank">🎼A mano a mano ti accorgi che il vento Ti soffia sul viso e ti ruba un sorriso La bella stagione che sta per finire Ti soffia sul cuore e ti ruba l&#39;amore 🎼 Ti sei rialzato una volta,lo farai di nuovo amico mio! 💪💪 @mattiaperin_freerider</a> <p style=" color:#c9c8cd; font-family:Arial,sans-serif; font-size:14px; line-height:17px; margin-bottom:0; margin-top:8px; overflow:hidden; padding:8px 0 7px; text-align:center; text-overflow:ellipsis; white-space:nowrap;">Una foto pubblicata da Leonardo Pavoletti (@pavoletti) in data: <time style=" font-family:Arial,sans-serif; font-size:14px; line-height:17px;" datetime="2017-01-08T21:31:03+00:00">8 Gen 2017 alle ore 13:31 PST</time></div></blockquote> <script async defer src="//platform.instagram.com/en_US/embeds.js"></script>

I messaggi di solidarietà - Puntuali come un orologio, tutti i giocatori vicini a Perin. Amici, prima che compagni. Come scritto da Burdisso sul suo profilo Twitter: "Forza Amico mio, ti rialzerai e torneremo a lottare insieme, divertirti e pensare in grande. Siamo tutti con te!". Continua Pinilla, appena sbarcato a Genoa via Atalanta. Nella foto ci sono Perin e i figli dell'attaccante cileno, un'immagine bellissima. Di speranza. Il suo commento: "Così ti voglio vedere fratellino, sempre col sorriso! Ne uscirai alla grande anche qui e ti aspetto al più presto nella nostra camera! Scusa se ti ho portato i bambini proprio oggi, ma volevano vedere lo zio Mattia".

<blockquote class="instagram-media" data-instgrm-captioned data-instgrm-version="7" style=" background:#FFF; border:0; border-radius:3px; box-shadow:0 0 1px 0 rgba(0,0,0,0.5),0 1px 10px 0 rgba(0,0,0,0.15); margin: 1px; max-width:658px; padding:0; width:99.375%; width:-webkit-calc(100% - 2px); width:calc(100% - 2px);"><div style="padding:8px;"> <div style=" background:#F8F8F8; line-height:0; margin-top:40px; padding:50.0% 0; text-align:center; width:100%;"> <div style=" background:url(data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAACwAAAAsCAMAAAApWqozAAAABGdBTUEAALGPC/xhBQAAAAFzUkdCAK7OHOkAAAAMUExURczMzPf399fX1+bm5mzY9AMAAADiSURBVDjLvZXbEsMgCES5/P8/t9FuRVCRmU73JWlzosgSIIZURCjo/ad+EQJJB4Hv8BFt+IDpQoCx1wjOSBFhh2XssxEIYn3ulI/6MNReE07UIWJEv8UEOWDS88LY97kqyTliJKKtuYBbruAyVh5wOHiXmpi5we58Ek028czwyuQdLKPG1Bkb4NnM+VeAnfHqn1k4+GPT6uGQcvu2h2OVuIf/gWUFyy8OWEpdyZSa3aVCqpVoVvzZZ2VTnn2wU8qzVjDDetO90GSy9mVLqtgYSy231MxrY6I2gGqjrTY0L8fxCxfCBbhWrsYYAAAAAElFTkSuQmCC); display:block; height:44px; margin:0 auto -44px; position:relative; top:-22px; width:44px;"></div></div> <p style=" margin:8px 0 0 0; padding:0 4px;"> <a href="https://www.instagram.com/p/BPBDpvqDHaC/" style=" color:#000; font-family:Arial,sans-serif; font-size:14px; font-style:normal; font-weight:normal; line-height:17px; text-decoration:none; word-wrap:break-word;" target="_blank">Così ti voglio vedere fratellino sempre col sorriso ... ne uscirai alla grande anche di questa e ti aspetto al più presto nella nostra camera ❤️💪🙌 @mattiaperin_freerider scusa se ti ho portato proprio oggi i bambini ma volevano vedere los zio Matías 😂😂😂😂</a> <p style=" color:#c9c8cd; font-family:Arial,sans-serif; font-size:14px; line-height:17px; margin-bottom:0; margin-top:8px; overflow:hidden; padding:8px 0 7px; text-align:center; text-overflow:ellipsis; white-space:nowrap;">Una foto pubblicata da Mauricio Pinilla (@pinigol9) in data: <time style=" font-family:Arial,sans-serif; font-size:14px; line-height:17px;" datetime="2017-01-08T20:18:19+00:00">8 Gen 2017 alle ore 12:18 PST</time></div></blockquote><script async defer src="//platform.instagram.com/en_US/embeds.js"></script>

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche