Inzaghi: "Onore all'Atalanta, Ciro l'uomo in più"

Serie A
Simone_inzaghi_lazio_getty

Vittoria in rimonta per i biancocelesti, contro l'Atalanta ci pensano Immobile e Milinkovic. Inzaghi soddisfatto: "Nel primo tempo abbiamo commesso un solo errore e l'abbiamo pagato, ma il nostro è un bel cammino"

Vittoria in rimonta all'Olimpico, bella prova per la Lazio di Inzaghi: "Oggi si era messa male, avevamo fatto un solo tiro in porta agli avversari". Poi la rimonta. Milinkovic-Immobile e passa la paura, biancocelesti a 40 punti e più vicini all'Europa. Apre Petagna, chiude Ciro. Undicesimo gol in campionato per l'ex attaccante del Torino. E Inzaghi lo esalta: "Immobile fa sempre benissimo, è un valore aggiunto per tutta la squadra. Anche quando non ha segnato le occasioni le ha sempre avute. Poi i compagni lo aiutano molto".

"Onore all'Atalanta" - Così Simone Inzaghi su Sky Sport, espulso nel primo tempo per proteste. Nonostante tutto, però, l'allenatore piacentino è soddisfatto dell'andamento della squadra: "Dopo 20 partite abbiamo 40 punti, è un bel cammino. La vittoria è strameritata, ci siamo organizzati bene con una bella reazione". Un commento anche su Felipe Anderson, schierato in posizione più arretrata nel 3-4-2-1: "Non devo convincere nessuno dove giocare, guardo le sue grandi abilità. Nel primo tempo abbiamo commesso un solo errore e l’abbiamo pagato. Ha grandi qualità Felipe, poi l’ho messo più avanti nle secondo tempo". Bella partita: "Se leggo i numeri del tabellino vedo che la Lazio ha tirato di più con un rigore che manca, quello del tocco di mano di Masiello. Onore comunque all’Atalanta venuta a Roma a fare la partita”.  Poi sui nerazzurri: "Oggi abbiamo incontrato l’Atalanta, ha sempre messo sotto gli avversari. Ma non ricordo una grande parata di Marchetti. Vittoria sicuramente meritata".

Sull'espulsione - "Prima della partita avevo visto il quarto uomo un po' prevenuto - ha detto Inzaghi in sala stampa - sia verso di me che verso Gasperini. Ho messo un piede dentro il campo, mi ha detto di andarmene. E' stato il signor Vuoto, Gasperini è di un'educazione estrema quindi non so proprio cos'è accaduto. Ma è passata. Ora ci godiamo la vittoria". Atteggiamento tattico, dal 3-4-2-1 al 4-3-3. E un commento su Anderson: "E' da vedere, valutare. Sono soddisfatto del primo tempo, abbiamo avuto diverse situazioni, poi il palo. Abbiamo preso gol nell'unico tiro in porta dell'Atalanta. Nella ripresa è entrato Patric, ha giocato benissimo. Una squadra deve saper cambiare. Felipe ha fatto il suo, poi l'ho avanzato ma mi è sembrato stanco, così l'ho tolto. Ho una squadra abituata ai cambi di modulo". Mercato? "Siamo a 40 punti, ad Auronzo nessuno se l'aspettava. In difesa e a centrocampo stiamo bene, forse faremo qualcosina in attacco. Ma solo se ci sarà qualche uscita". Ultimo commento sulla prossima sfida con la Juve: "Abbiamo il dovere di provarci". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche