Il Genoa riprende la Fiorentina, ok Crotone

Serie A
fiorentina_genoa_gol_ilicic_getty

La 22a giornata di Serie A regala tre punti al Crotone, che contro una diretta avversaria trova un vittoria importantissima per le speranze salvezza. Si ferma l'Empoli, dunque, mentre il Cagliari riesce ad acciuffare il pareggio nel finale proprio come il Genoa sul difficile campo della Fiorentina

Bene il Crotone, due pareggi in Cagliari-Bologna e in Fiorentina-Genoa. Conferme e risposte anche dal mercato, nel match del Franchi succede di tutto e alla fine i ragazzi di Juric trovano il secondo pareggio consecutivo grazie a Simeone. La formazione di Nicola, invece, ritrova una vittoria che gli permette di credere ancora di poter inseguire la salvezza. Ora sono otto i punti di distacco dalla quartultima e avversaria di giornata. Borriello risponde a Destro e fissa così sull'1-1 il match tutto rossoblù del Sant'Elia.

Cagliari-Bologna 1-1     

64’ Destro (B), 92’ Borriello (C)

Con qualche assenza per squalifiche e infortuni, il Cagliari voleva tornare a vincere dopo lo stop con la Roma, il Bologna - reduce dal successo contro il Torino - cercava conferme. Le due squadre danno vita a una partita equilibrata che vede il Bologna passare in vantaggio con Destro (e restare poi in nove nel finale) prima di essere raggiunto da Borriello negli ultimissimi minuti. Un punto a testa, dunque, le due formazione restano appaiate a 27 punti. Di Francesco, preferito a Verdi, inizia subito forte così come tutta la sua squadra; al 4’ ci prova Destro, a cui risponde subito Borriello che costringe Mirante alla grande parata. E’ il Cagliari a prendere in mano il gioco ma Sau, dopo un buon tentativo, colpisce il palo con un tiro a giro da fuori. Il Bologna si difende e trova il guizzo con Krafth ma Rafael para. La partita è combattuta ed equilibrata, arrivano anche i primi gialli e prima dell’intervallo c’è anche tempo per una doppia opportunità del Cagliari con Ceppitelli e Di Gennaro.

In avvio di secondo tempo è un vero e proprio assedio quello della squadra di casa: Sau si divora il vantaggio davanti a Mirante, poi ci prova anche Tachtsidis e il portiere bolognese deve rispondere ancora presente. I sardi fanno la partita ma a concretizzare è il Bologna che avanza e segna con Destro. L’impatto del neo entrato Verdi è ottimo, trovato il vantaggio Donadoni chiede ai suoi di difendere e ripartire e i suoi ragazzi ci riescono bene visto che tutti i tentativi della squadra di Rastelli vengono fermati. Almeno fino agli ultimi minuti di gara: all’88’ viene espulso Viviani, tre minuti dopo anche Krafth finisce la partita in anticipo; con due uomini in più il Cagliari la pareggia con Borriello su un ottimo calcio punizione e riesce così a strappare un punto praticamente allo scadere. L'attaccante va così in doppia cifra, il Bologna - in attesa del Napoli - guadagna un pareggio su un campo difficile.

Crotone-Empoli 4-1

24’ Stoian (C), 39’ Mchedlidze (E), 56’, 90’, 92’ Falcinelli (C)

Un girone fa l'Empoli era riuscito a trovare i primi tre punti della sua stagione e a iniziare così la sua cavalcata verso la salvezza. Oggi era il Crotone ad aver bisogno di vincere per poter credere ancora di mantenere la categoria. Terzultima contro quartultima, ad avere la meglio è stata la formazione che occupa la posizione più bassa in classifica. 4-1 per il Crotone che sale così a 13 punti, resta fermo a 21 il gruppo guidato da Martusciello. Nella prima gara senza Saponara, l’Empoli parte schiacciato da un Crotone che inizia a spingere sin da subito ma sbaglia parecchio in fase di impostazione. Non fa meglio la squadra toscana, il gioco è spezzettato e praticamente alla prima occasione del match, al 24’, Stoian la sblocca: il giocatore rossoblù combina con Palladino (probabilmente alla sua ultima partita con i calabresi) e apre il piatto sul secondo palo riuscendo così a superare Skorupski.

I ragazzi di Nicola prendono coraggio e in pochi minuti trovano il raddoppio (annullato per una spinta di Falcinelli su Costa) con Rohden e costruiscono una doppia occasione proprio con Falcinelli. Nonostante il miglior gioco mostrato il Crotone subisce il gol di Mchedlidze al primo tiro in porta dell’Empoli - che trova anche la deviazione di Ceccherini. Sono i rossoblù che continuano a spingere anche nella ripresa, Falcinelli - dopo un debole tentativo - trova il nuovo vantaggio. Il controllo della partita è nelle mani del Crotone - che ha anche un’altra buona occasione con Palladino e alla fine la chiude su rigore ancora con Falcinelli capace di spiazzare il portiere avversario prima di trovare anche il quarto gol e la tripletta personale. Tre punti pesantissimi, i rossoblù vincono lo scontro diretto e continuano a credere nella salvezza.

Fiorentina-Genoa 3-3     

17’ Ilicic (F), 50’ Chiesa (F), 57’ e 86' Simeone (G), 60’ Hiljemark (G), 62' Kalinic (F)

Succede di tutto al Franchi. Avanti la viola, pareggio del Genoa prima del nuovo vantaggio della Fiorentina. Poi nel finale Bernardeschi entrato da poco viene espulso e Simeone segna su rigore e firma la doppietta. Dopo il pareggio contro il Crotone dello scorso turno il Genoa trova un altro punto al termine di una gara scoppiettante (e sale così a 35 punti); un po’ di rammarico per la squadra di Sousa, che spreca il vantaggio per due volte e sale a 34 in classifica. Ad inizio gara i viola tengono palla e gestiscono il gioco, i rossoblù cercano di ripartire in contropiede. E’ un errore della formazione di casa a favorire la ripartenza rossoblù che si spegne però con un tiro sbagliato in curva; la Fiorentina prova a rispondere, i ritmi sono bassi ma al 17’ il risultato cambia: un tiro cross dalla destra su cui non interviene Lamanna diventa buono per Ilicic che riesce così a mettere in porta. Poco dopo Chiesa sfiora anche il raddoppio (ma colpisce la traversa); il Genoa invece dopo lo svantaggio sembra in difficoltà.

Juric cerca la reazione e inserisce Taarabt, poco dopo Simeone lanciato verso la porta trova un grandissimo Astori in chiusura. Stesso copione anche in avvio di ripresa, i viola trovano subito il raddoppio con Chiesa (al secondo gol consecutivo). E’ qui che si sveglia il Genoa, che ci mette voglia e determinazione riesce così a segnare l’1-2 con Simeone poi a pareggiare con Hiljemark. La partita diventa bellissima, Sousa inserisce Bernardeschi che al primo pallone toccato manda in porta Kalinic che rimette avanti i suoi. E’ 3-2. Chiesa va poi anche vicino alla doppietta, Borja Valero alza troppo sulla traversa. All’85’ l’episodio che segna il match: Bernardeschi tocca con la mano in area e viene espulso prima che Simeone segni il definitivo 3-3. Finale di gara intenso che alla fine consegna un punto ciascuno, il Genoa può festeggiare un pareggio che dopo il primo tempo sembrava lontanissimo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche