Palermo, Lopez: "Siamo stati uniti, punto pesante"

Serie A
Diego Lopez, alla prima partita sulla panchina del Palermo (Getty)

Inizia bene l’avventura in panchina dell’allenatore uruguaiano, la sua squadra riesce a strappare un punto su un campo molto difficile: "Quando si cambiano tanti allenatori non è mai semplice perché poi ci sono filosofie diverse. Dobbiamo restare uniti"

Prima panchina e primo punto conquistato per Diego Lopez. L’allenatore ha guidato il suo Palermo nella difficile trasferta di Napoli ed è riuscito a strappare un pareggio alla squadra allenata da Maurizio Sarri. La gara finisce 1-1, i rosanero passano subito in vantaggio con Nestorovski e subiscono il gol della pareggio di Mertens al 66’. Nel finale, con l’espulsione di Goldaniga, la squadra siciliana gioca anche in inferiorità numerica ma riesce comunque a difendere il risultato che le permette di smuovere la classifica. Sono ora 10 i punti del Palermo, nel post partita l’allenatore uruguaiano si è detto soddisfatto da quanto mostrato dalla sua squadra.

Sul gruppo -
"Sinceramente, così come tutti ragazzi, speravo di poter vincere la partita - ha detto ai microfoni di Sky Sport - sono arrivato giovedì e devo dire la verità ho trovato una squadra ben allenata, che corre tanto e a questo gruppo ho detto che ci credo alla salvezza ed era la verità. Ho fatto l'esempio di Gazzi, lui era squalificato e non avrebbe potuto giocare questa partita ma ha comunque consigliato i suoi compagni chiedendo il massimo a tutti e questo mi ha dato tanta forza; poi la squadra sta bene e si è visto perché altrimenti non avrebbe potuto fare una partita così. Ho vissuto da altre parti una situazione simile a quella che sta passando il Palermo, quando si cambiano tanti allenatori non è mai semplice perché poi ci sono filosofie diverse, tante cose che si fanno diversamente. Però la cosa importante, che è quello che ho detto ragazzi, è che noi dovevamo venire a Napoli a fare una partita da squadra unita".

Sulla salvezza - "Ho detto a tutti che individualmente non avrebbero potuto fare la differenza ma come gruppo avremmo potuto affrontare una squadra molto più forte di noi; dovevamo guardare di fronte a noi e vedere 11 uomini come noi e volere fortemente fare qualcosa di importante e secondo me l'abbiamo fatta. La salvezza? Sono consapevole della situazione in questo momento, conosco l’atmosfera che c'è qui a Palermo, il presidente la prima volta che l'ho incontrato mi ha detto che crede di poter rimanere in Serie A e quindi ho visto dei ragazzi che sanno che è difficile ma bisogna continuare su questa strada perché è quella giusta. Bisogna fare i complimenti alla squadra per quello che ha fatto e per come ha giocato nonostante la situazione che è durissima, sono consapevole che avremmo anche potuto perdere perché questo è il calcio però è stato fondamentale partire bene. Sembra poco un punto per chi guarda da fuori ma per noi è moltissimo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport