Fiorentina, Sousa: "Lavoriamo per vincerle tutte"

Serie A
20_paulo_sousa_getty

"Il mio obiettivo è vincerle tutte, ma serve mentalità per farlo", questo il messaggio di Paulo Sousa alla vigilia del recupero di Serie A contro il Pescara. L'allenatore viola in conferenza: "Saponara ci darà una mano, Kalinic sta recuperando"


"È sempre importante conquistare i tre punti, noi dobbiamo sempre lavorare per vincere e per stare al meglio. Dobbiamo spingere tutta la qualità che abbiamo per avvicinarsi sempre di più alle vittorie. Quando non vinci sei criticato, ecco qual è il rischio più grosso. Il nostro obiettivo è vincere tutte le partite, è questo il target per il quale lavoro. Certo, serve mentalità per farlo”. Così Paulo Sousa parla della sua Fiorentina alla vigilia del recupero di Serie A contro il Pescara. “Ho apprezzato molto la proposta di calcio di Oddo nella prima parte di stagione, anche se hanno sempre avuto problemi difensivi. Hanno però sempre qualità di gioco. Dovremo essere molto attenti difensivamente perché il Pescara ci creerà difficoltà quando avrà la palla, noi dovremo spingere molto anche se stiamo migliorando”.  

Da Sportiello a Saponara - "Non ho parlato con il comparto medico, Tata non si è ancora allenato con noi: se non si allenerà oggi, inizierà Sportiello dal 1. Saponara? E’ un calciatore intelligente, evoluto: sa giocare sia nelle corsie esterne che in quelle centrali, sa fare gol ed appena sarà pronto per allenarci si integrerà con noi. Ancora non è in condizione, ma il prima possibile ci darà una mano".

Indisponibili - “Kalinic ha avuto una piccola problematica nella partita contro la Juve, poi lo abbiamo recuperato ma ha sofferto tantissimo nelle ultime gare. Ha avuto dolore al ginocchio, vediamo che tipo di intensità metterà negli allenamenti oggi. Chiesa ha avuto una distorsione, non ha avuto molto gonfiore per cui bisogna capire quanto sopporterà o meno il dolore: con tante partite così, l'idea è quella di lavorare a bassa intensità.

Sulle parole di Corvino - “Con il direttore sono stato sempre molto chiaro, io cerco di fare un'analisi della nostra rosa e di direzionare dal mio punto di vista le caratteristiche del giocatore col quale la squadra può essere più competitiva, il dg sa qual è la mia idea poi spetta a lui prendere le decisioni. Io alleno i giocatori che ho e lo faccio sempre con l'idea di crescere. Noi siamo una squadra molto propositiva, dobbiamo lavorare per essere più concreti per ciò che noi creiamo. Io ho spiegato al direttore quelli che erano i profili che ci servivano per rafforzare la squadra, poi spetta a lui fare mercato. Se mi manca un giocatore? No, ne più ho undici, mi bastano per giocare", ha concluso Sousa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche