Icardi, aria di nazionale: il CT Bauza a Milano

Serie A
icardi_ansa

Nonostante i tantissimi gol in Italia, l'attaccante nerazzurro è fermo a una sola presenza con la Selección argentina, datata ottobre 2013. Ma, dopo averlo lasciato a casa già per due volte, il CT Bauza, in arrivo a Milano, sembra ora pronto a concedergli una possibilità

Il 2017 potrebbe essere finalmente l’anno di Mauro Icardi. In Italia ha già saputo dimostrare a suon di gol le sue potenzialità, in Argentina, però, la strada non è mai stata tanto facile. Basta un dato, relativo all’ultima - e unica - presenza dell’attaccante dell’Inter con la nazionale: 16 ottobre 2013, in campo appena 7’ contro l’Uruguay. Poca, pochissima roba, soprattutto in relazione ai tanti gol segnati con l’Inter. Ora, però, con Bauza le cose potrebbero cambiare: dopo l’esclusione iniziale (a novembre convocati al suo posto Pratto e Alario), il prossimo potrebbe essere il giusto appuntamento per vedere Maurito tornare a vestire la maglia della Selecciòn.

Training 27.01.2017 ⚽🔵⚫ #MI9 #Palacio #nike #hypervenom #Smile😂

Una foto pubblicata da Mauro Icardi (@mauroicardi) in data:


Bauza a Milano - La prima buona notizia per Mauro Icardi è la rinnovata attenzione di un CT della Nazionale. Martino, prima, e Sabella poi, non l’hanno quasi minimamente considerato. Con buona probabilità perchè il nerazzurro non è mai stato particolarmente apprezzato Messi e compagni. E, si sa, uno spogliatoio così ha un’influenza particolare, anche su una convocazione: “Quando sono arrivato sembrava fosse vietato convocare Icardi e Tevez. Ho chiesto ai miei giocatori se avevano problemi con loro. Mi hanno detto di no e che se anche ci fossero stati, li avrebbero risolti tra di loro. Io posso convocare chi voglio”, aveva chiarito Bauza. “Posso assicurare che ho parlato con i leader della squadra e non esiste alcun problema. E’ un qualcosa che mi lascia tranquillo, perché le scelte saranno rispettate. Si sono intrecciate diverse cose. La mia unica priorità è la squadra”. Bauza che nella giornata di venerdì sarà proprio a Milano, all’allenamento dell’Inter, per seguire da vicino Mauro Icardi, in vista di una probabile convocazione per gli impegni di marzo contro Cile e Bolivia, validi per i gironi di qualificazione a Russia 2018.

Il sostegno di Zanetti - Dopo le ripetute mancate chiamate, sembra dunque essere la volta buona per rivedere in nazionale Maurito, già a quota 15 gol in questa Serie A. A sostenerlo anche Javier Zanetti, vicepresidente dell’Inter e uomo fidato di Bauza: “Icardi merita un'opportunità: è cresciuto tanto, è il nostro capitano ed è molto rispettato”, ha detto a inizio anno. “È consapevole che quello che fa in campo è quello che ci vuole per avere la sua chance. È in attesa del suo momento e sono sicuro che arriverà”. Il 2017 potrebbe essere l'anno giusto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche