02 febbraio 2017

Sampdoria, terapie per Falcone

print-icon
giampaolo_sampdoria_getty

Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria (Getty)

Altra sessione di allenamento per i blucerchiati guidati da Giampaolo, la gara contro il Milan si avvicina. Anche Sala ha continuato il suo percorso riabilitativo, domani seduta mattutina. Schick: "Voglio segnare in ogni partita"

Nuova giornata, nuovo programma di allenamento per la Sampdoria di Marco Giampaolo. Anche quest'oggi la squadra blucerchiata si è ritrovata sui campi del Mugnaini the Bogliasco per preparare la prossima importante partita fissata contro il Milan di Montella per domenica alle ore 12: 30. La giornata dei calciatori e dell’allenatore è cominciata con una riunione in sala video per studiare nel modo migliore e movimenti tattici dei rossoneri; in seguito il tecnico e il suo staff hanno portato la squadra - rinforzata dal giocatore della Primavera Michal Tomic - sul campo superiore del centro tecnico per sostenere un allenamento a base di esercitazioni tecniche e tattiche e per lavorare sullo sviluppo delle soluzioni offensive. Capitolo infermeria: Wladimiro Falcone è stato sottoposto a terapie mentre Jacopo Sala ha proseguito sul campo in compagnia del riabilitatore Umberto Borino il proprio percorso di recupero agonistico. Per la giornata di domani, venerdì, è in programma una seduta mattutina a porte chiuse.

Oltre al consueto report dell'allenamento quotidiano, il sito ufficiale della società genovese ha pubblicato anche un’intervista a uno dei calciatori attualmente più in forma di tutta la rosa di Giampaolo. Patrik Schick, determinante per la vittoria della sua squadra domenica contro la Roma, analizzato così il suo momento, quello dei compagni e gli obiettivi per i prossimi mesi della stagione: "Vincere contro la Roma era importante perché dovevamo fare punti e migliorare sul piano della classifica - ha detto - sono riuscito a segnare perché ho fatto un buon controllo e ho scavalcato De Rossi. Poi mi sono ritrovato la palla sul destro e ho tirato sul secondo palo. Diciamo che è andata bene e ne sono molto felice. Segnare contro una grande squadra dà sempre sensazioni speciali".

"Già da piccolo guardavo il calcio italiano e mi piacevano attaccanti come Inzaghi, Del Piero o Totti ma i miei preferiti sono sempre stati Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic. Poi ricordo bene la finale di Champions tra Milan e Liverpool perché nei Reds giocavano i miei connazionali Smicer e Baros e fu davvero un match incredibile. Ora siamo noi a dover affrontare i rossoneri domenica: andremo a San Siro più forti e convinti di noi stessi, loro hanno qualche problema ma contro il Napoli hanno giocato davvero molto bene; sappiamo che sono una squadra forte e dobbiamo prepararci al meglio, possiamo competere con loro e vincere facendo una gara aggressiva emettendo gli avversari sotto pressione. Il mio futuro? Fa piacere a tutti essere accostati a grandi squadre ma io sono qui e sono concentrato sulla Samp. Giampaolo sa lavorare con giovani e credo di essere migliorato da quando sono arrivato in Italia. Il mio obiettivo è andare in rete in ogni partita".

CALCIOMERCATO - tutti i video

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky