Atalanta, Gasperini: "Gruppo solido e maturo"

Serie A
gian_piero_gasperini_atalanta_getty

Doppietta del Papu, squadra al sesto posto con 42 punti e sempre in zona Europa. L’allenatore: "Stiamo vivendo una stagione che non capita spesso e quando ci sei dentro non vuoi fermarti per appagamento; non possiamo essere già contenti così, viviamo un’annata splendida e vogliamo portarla in fondo fino alla fine"

Due gol del Papu Gomez nel primo tempo e tre punti per l’Atalanta. La squadra di Giampiero Gasperini archivia la pratica Cagliari in poco più di un quarto d’ora. Una rete al 4’ e una al 16’ che permettono ai nerazzurri di salire al sesto posto con 42 punti in classifica. Soddisfatto per l’atteggiamento mostrato, per il gioco e il risultato l’allenatore dei bergamaschi Gian Piero Gasperini che nel post gara ha commentato così il match contro la formazione sarda ai microfoni di Sky Sport.

Sulla partita -
"Europa all’orizzonte? Cresce l’ottimismo di partita in partita - ha detto - da un po’ abbiamo festeggiato la salvezza e ora restiamo nelle posizioni alte nonostante siano passate tante giornate, quindi continuiamo a sperare. E’ chiaro che dobbiamo continuare a migliorare e credo che anche nel girone di ritorno ci saranno partite complesse per tutti, ottenere le vittorie è sempre difficile per tutti. Ci sono tante squadre già ‘tranquille’ ma rimangono agguerrite, come il Cagliari oggi, e questi risultati sono molto importanti. E’ stata la prima partita dopo il mercato ma i giocatori hanno dimostrato di esserci, non ho mai temuto la mancanza di concentrazione. So di avere un gruppo molto solido e molto maturo, è in condizione di giocarsi al massimo le partite perché non abbiamo l’assillo di raggiungere per forza un determinato obiettivo ma è innegabile che ci teniamo a coltivare il sogno Europa".

Sull’Europa e sui giovani - "Sappiamo che l’obiettivo europeo passa da queste gare e ne avremo tante in casa soprattutto da ora in avanti. Se saremo bravi a continuare a vincere staremo lì ancora per lungo tempo. I miei giocatori al Mondiale del 2018? Ce ne sono tanti, da Spinazzola a Petagna e non solo. E’ il campo che parla e le prestazioni di questi ragazzi sono di assoluto livello, altrimenti non potremmo essere così in alto. Credo che Ventura abbia già detto che ha intenzione di convocarne alcuni e sono convinto che quando entreranno nel giro potranno restare a lungo nelle logiche della Nazionale. E sto cercando ancora altri giovani su cui puntare…".

Su Cristante e sulla stagione -
"Sono molto contento anche di Cristante - ha poi aggiunto - che ha esordito oggi e anche lui è un ’95. Prometteva bene poi era un po’ sparito come Petagna. Ho avuto ottime impressioni e mi auguro che la prossima sorpresa possa poi essere lui. Stiamo vivendo una stagione che non capita spesso e quando ci sei dentro non vuoi fermarti per appagamento; non possiamo essere già contenti così, viviamo un’annata splendida e vogliamo portarla in fondo fino alla fine. Questa è la nostra spinta principale in un ambiente che sta anche credendo di poter fare cose davvero belle".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche