Inter, Pioli: "Giocata alla pari, siamo squadra"

Serie A
Stefano Pioli: dopo sette vittorie consecutive la sua Inter esce sconfitta dalla sfida con la Juve (getty)

Si ferma allo Juventus Stadium la striscia di sette vittorie consecutive dell'Inter. L'allenatore nerazzurro comunque soddisfatto: "Abbiamo dimostrato di potercela giocare alla pari e che ci stiamo avvicinando al livello delle grandi". Unico rammarico l'errore sul gol di Cuadrado: "Ci dispiace, sono dettagli che si pagano"

"Abbiamo giocato alla pari con una grande e questo significa che stiamo diventando squadra, ma i dettagli bisogna sistemarli se vogliamo recuperare in campionato”. In una frase Stefano Pioli condensa il suo pensiero, dopo l’1-0 subito allo Juventus Stadium. L’Inter si ferma a sette vittorie consecutive in Serie A e si deve piegare alla forza dei bianconeri. Un pizzico di rammarico anche per l’allenatore nerazzurro, soprattutto sulla situazione del gol-vittoria di Cuadrado: “È stata partita fisica e combattuta, abbiamo provato a vincerla. Peccato aver commesso un errore sul loro gol: dovevamo lasciare un uomo fuori dall’area per marcare Cuadrado, ma paghiamo una disattenzione che a questi livelli non possiamo permetterci".  


Cambio di modulo - Dopo la sconfitta in Coppa Italia con Lazio, qualche aggiustamento nel pre-gara per cercare di sorprendere la Juventus: “Non credo che abbiamo cambiato tanto rispetto a volte precedenti, le scelte vanno sempre nella direzione della condizione dei ragazzi”, ha detto Pioli. “Ho messo Murillo per contrastare Mandzukic, il resto è cambiato poco. Nel secondo tempo la Juve si è chiusa e quando fanno così hanno tutte le carte in regola per tenere il risultato. Ci è mancata della velocità ed è diventato difficile trovare spazi, anche se abbiamo avuto diverse situazioni pericolose. Sapevamo della loro forza difensiva, ci abbiamo provato a trovare soluzioni ma non ci siamo riusciti. E alla fine siamo usciti nervosi, soprattutto per i due errori dell’arbitro del primo tempo”.

Serie interrotta - “Non è facile correre così velocemente e con questa intensità cercando di vincere tutte le partite per recuperare. Un po’ di calo con la Lazio c’è stato, oggi abbiamo giocato al massimo delle nostre potenzialità e lo abbiamo fatto alla pari. Non ci siamo fatti mettere sotto. Per diventare grandi dobbiamo però curare tutti i minimi particolari. Questa prestazioni ci ha fatto comunque capire che ci stiamo avvicinando alle grandi del campionato”. Sullo sfogo di Brozovic: “Conosco il suo carattere, è istintivo ma generoso. Gli è dispiaciuto uscire, ma toccava a lui”, ha concluso Pioli.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche