Fiorentina, le condizioni di Saponara e Kalinic

Serie A
nikolakalinic_ginocchio_getty

I due giocatori saranno assenti per la sfida contro la Roma, Sousa l'aveva già annunciato in sala stampa. Vecino ha parlato al Messaggero: "Totti sta bene, gli direi di non smettere. Contro i giallorossi possiamo vincere"

"Contro la Roma Kalinic e Saponara non ci saranno". Così parlò Paulo Sousa alla vigilia di Roma-Fiorentina: "Usciranno dei report, ma non prenderanno parte alla trasferta". Assenze importanti, soprattutto quella dell'attaccante croato, sempre più protagonista con la sua Fiorentina. Attraverso un comunicato apparso sul proprio sito ufficiale, la Viola ha reso note le condizioni dei suoi giocatori. Sull'ex Dnipro: "Nikola Kalinic ha svolto la sessione odierna di allenamento ancora in maniera differenziata per gli esiti del trauma contusivo al ginocchio destro. L’evoluzione è positiva con l’esecuzione dell’allenamento in assenza di dolore. Tuttavia rimangono condizioni di rischio che ne controindicano la disponibilità per domani". Infine sul fantasista arrivato nella sessione invernale: "Saponara sta completando il percorso riabilitativo del trauma distorsivo alla caviglia sinistra, svolgendo il lavoro con il gruppo".

Sousa: "Totti? E' una favola del calcio!" - Continua l'allenatore, tra terreno un commento sul proprio stile di gioco e un'analisi della Roma: "La nostra filosofa è controllare la partita con i passaggi e una buona transizione difensiva, non sempre ci riusciamo. La Roma ha uomini con qualità, possono crearci delle belle difficoltà. Noi cercheremo di limitarli e di creare di più, controllando la partita. Sempre. Sul campo dopo il rugby che dire? Tanto è uguale per tutti e due". Su Spalletti: "Io sono un allenatore molto felice di essere in Italia e di essere studiato dai colleghi perché ci permette di crescere. Come straniero sono contento di portare qualcosa nel calcio italiano". Infine Totti: "È una favola del calcio e la sua parte migliore è giocare, deve farlo finché si sente. Lui ha molto da dare come giocatore ma anche all'interno della società".

Vecino: "Totti, non smettere! Con la Roma possiamo vincere" - Intervistato dal Messaggero, Matias Vecino ha parlato così della prossima partita: "Roma mi evoca brutti ricordi. Il 20 gennaio del 2015, quando giocavo nell'Empoli, siamo stati eliminati dalla Coppa Italia grazie a un rigore inesistente. Quante polemiche. Noi stiamo meglio dell'anno passato ma anche la Roma mi pare stia bene, sono fortissimi. La partita d'andata giocammo al massimo delle nostre potenzialità e dimostrammo di poter vincere contro tutti. Crediamo alla possibilità di vincere anche domani". Su Totti, cosa gli diresti? "Francesco per favore, non smettere". Infine Sousa: "Mi ha aiutato tanto a crescere, il fatto che sia stato un grande centrocampista mi aiuta ulteriormente. Mi auguro che rimanga, ma sedevo parlare di Sarri posso dire che ha dimostrato tutto il suo valore. Loro due sono i tecnici più importanti della mia carriera". Il futuro: "Ho appena rinnovato, a Firenze sto benissimo". Su Bernardeschi e Chiesa: "Il primo è una realtà, i secondo ha un rendimento altissimo e ci sta dando una bella mano. Deve solo continuare così. L'Europa League è sempre stato il nostro obiettivo, possiamo raggiungerlo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche