Nestorovski: "Amo Palermo e voglio la salvezza"

Serie A
nestorovski_palermo_getty

L'attaccante macedone ci crede dopo aver firmato il gol-vittoria contro il Crotone: "Il mio obiettivo è diventare capocannoniere del campionato in rosanero. Ecco perché credo fermamente nella salvezza". Su Diego Lopez: "Ci ha dato serenità e grande carica"

“Non c’è speranza senza lavoro, non ci sono altra strade: solo così potremo salvarci all’ultimo secondo dell’ultima giornata”. Ilija Nestorovski ci crede e sogna un Palermo ancora da Serie A nella prossima stagione: “Il mio obiettivo dichiarato è proprio questo: diventare capocannoniere del campionato in rosanero. Ecco perché credo fermamente nella salvezza. E tra un anno ne riparliamo: io mi vedo ancora qui, assolutamente.  La Macedonia e il Palermo sono i miei grandi amori che non voglio deludere”.

Decisivo a Crotone - È stato proprio del macedone il gol che ha deciso lo scontro-salvezza contro i rossoblu: piattone di sinistro e Cordaz battuto: “È stato un gol importante, questo sì, e ne sono consapevole: il gol è coinciso pure con i 3 punti e sono felice per i tifosi e per la squadra. La doppia cifra, quando arriverà, spero presto, non vorrà dire nulla se non ci salviamo alla fine. L’unica strategia che conosco è restare uniti come abbiamo fatto contro il Crotone”.


Con Trajkovski… - La rimonta del Palermo proprio con l’incredibile vittoria di Genova, nella quale è stato decisivo un altro macedone, Trajkovski: “È una grande persona - continua Nestorovski - oltre a essere un ottimo attaccante. Lo si è visto pure domenica col Crotone. È stato un po’ sfortunato in questa stagione, ma credo che per lui sia tutto alle spalle e il gol col Genoa senza dubbio è stato importante anche per il suo morale. Io mi aspetto molto da lui nelle prossime sfide, perché è uno dei giocatori importanti di questa squadra

Su Diego Lopez - “Di lui posso soltanto parlare bene, abbiamo avuto poco tempo per poter fare bilanci ma ha carisma e idee chiare. Ci ha dato serenità e una grande carica. Non amo molto invece parlare degli ex allenatori, sono sincero. Però sono grato a tutti, sia quelli avuti qui a Palermo che quelli con cui ho lavorato nel corso della mia carriera. Da ognuno di loro ho imparato qualcosa”, ha concluso l’attaccante.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche