Juve-Inter, botta e risposta Elkann-nerazzurri

Serie A

Il presidente di Exor torna in maniera polemica sul derby d'Italia: "I nerazzurri non hanno ancora imparato a perdere, anche se dovrebbero esserne abituati". Dura la replica: "Perché parlano sempre di noi? Ognuno ha la propria storia, noi abbiamo la nostra e ne siamo orgogliosi"

Botta e risposta. Come ai vecchi tempi. Dopo le dichiarazioni di John Elkann al mattino: "L’Inter non sa perdere, eppure dovrebbero esserci abituati", è arrivata la dura replica dell’Inter: "Il Club non comprende il motivo per cui Juventus Fc continui a riferirsi all'Inter, mentre la nostra attenzione non è mai stata su di loro. Il fatto che ci sia sempre così grande attenzione attorno all'Inter è evidentemente la conferma dell'importanza del Club”.

"Ognuno ha la propria storia, noi la nostra" - "Abbiamo, nei toni corretti e nelle sedi appropriate – aggiungono i dirigenti nerazzurri -, cercato un confronto su quelle che riteniamo decisioni arbitrali discutibili in una partita importante per noi e per la Serie A. Il nostro pensiero oggi va però solo al futuro, consapevoli di aver fatto una buona gara a Torino nonostante la sconfitta”. Poi la chiusura: “Ognuno ha la propria storia, noi abbiamo la nostra e ne siamo orgogliosi”.

Le parole di Elkann - “È vero quanto ha detto Marotta. È abbastanza stupefacente che ancora l'Inter non abbia ancora imparato a perdere, dovrebbero avere l'abitudine adesso". Il presidente di FCA, John Elkann, aveva parlato in mattinata a quasi una settimana di distanza dalla vittoria della sua Juventus contro l’Inter per 1-0, facendo eco alle parole del dg bianconero, che così si era espresso dopo la pubblicazione da parte del club nerazzurro di un video relativo a uno degli errori dell’arbitro Rizzoli: "Sono imbarazzato nel rispondere su questo fatto. Non immaginavo che dopo una bella partita ci si potesse ancora dilungare andando ad analizzare episodi che non sono esistiti. Dico, da uomo di calcio, che in Italia dovremmo allenare giocatori, allenatori e dirigenti a una cultura della sconfitta che nel nostro paese non esiste”.

Juve-Inter e il “caso-biglietti” - Elkann è tornato poi sulla gara, a margine dell’inaugurazione della mostra a Palazzo Madama per i 150 anni del quotidiano La Stampa: "E' stata una bella partita in cui la Juve ha meritato di vincere giocando meglio. Credo che sia importante capire bene quello che succede in campo, però anche riconoscere quando c'è un elemento di sportività". Il presidente di Exor si è espresso anche sul caso-biglietti - prevede anche presunte infiltrazioni della criminalità organizzata nella curva della Juventus - sul quale la giustizia sportiva sta indagando: "C'è assoluta collaborazione e non siamo assolutamente preoccupati sulle allegazioni fatte a Juventus e ai suoi dirigenti. Vogliamo fare chiarezza assoluta su questi temi - ha concluso Elkann - vedremo come andrà avanti la cosa".

La replica di Moratti - "Le parole di Elkann? In questo caso ci vogliono saggezza e il silenzio intelligente di Zhang. Lasciamo perdere".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche