Roma, Mario Rui: "Mai lavorato così tanto"

Serie A

Dalle sue condizioni fisiche alla voglia di essere una risorsa importante la Roma, passando per Spalletti ed Emerson: Mario Rui si racconta in esclusiva a Sky Sport

Parla Mario Rui - Voglia di recuperare il tempo perso per via dell’infortunio subito, desiderio di sentirti importante per la Roma. Mario Rui, terzino sinistro giallorosso, parla così del suo momento nel corso di un’intervista esclusiva a Sky Sport: "Per il momento va tutto bene, è normale che ancora mi manchi qualcosa, ma posso garantire di non aver mai lavorato come ho fatto in questi mesi. Ho lavorato più in questo periodo che in tutta la mia breve carriera. Adesso cercherò di migliorarmi sia sotto l’aspetto fisico che tattico: il mio desiderio è quello di essere una risorsa in più per il mister".

Da Spalletti a Emerson - Già, Luciano Spalletti: "Lui trasmette alla squadra la voglia di vincere. Ci dice sempre di andare in campo e comandare le partite, di non mollare mai di un centimetro e dare sempre il massimo anche quando magari il risultato è sfavorevole", le parole di Mario Rui. Che poi si sofferma anche su Emerson, tra le sorprese di questa prima parte di stagione della Roma: "Quando sono arrivato ho instaurato subito un bel rapporto con lui e già in ritiro vedevo in lui grande qualità: mi stupiva il fatto che non avesse giocato molto. Ora ha la fiducia dell’allenatore ed Emerson sta dimostrando di essere un giocatore forte e di meritare quello che di positivo gli sta accadendo", ha concluso il terzino della Roma

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche