Palermo, Lopez: "Alleno grazie ad Allegri"

Serie A
Diego_lopez_palermo_getty

Nell'anticipo di venerdì la Juventus ospiterà i rosanero allo Stadium, occasione per l'alleantore uruguaiano di incontrare il suo mentore: "A Cagliari parlavo molto con Allegri, ho seguito le sue indicazioni e sono diventato allenatore". Ancora dubbi di formazione: "Devo decidere se schierare la difesa a tre o a quattro. Gazzi potrebbe giocare"

Venerdì sera, allo Stadium di Torino, appuntamento importante per il Palermo: c’è la Juventus. Un’occasione anche per Diego Lopez - reduce da quattro punti nelle sue prime tre partite da allenatore dei rosanero - che potrà così incontrare nuovamente il suo mentore, Massimiliano Allegri: “Ritrovarlo sarà un piacere. A Cagliari parlavo molto con lui, mi aveva detto scherzosamente di smettere e lavorare con lui per la fase difensiva. Poi alla fine ho deciso di intraprendere la mia carriera da allenatore, ma ho seguito le sue indicazioni”. Nonostante l’evidente differenza di valori tra le due squadra, l’allenatore uruguaiano non si tira indietro, memore anche del punto strappato appena tre settimane fa a Napoli: “Queste sono partite belle da giocare. Dobbiamo prendere come esempio la partita del San Paolo, ma dobbiamo fare meglio in fase di possesso. In queste partite bisogna giocare la palla e non buttarla. Questa squadra sta imparando, è una cosa positiva”.

Dove migliorare - I dettagli da sistemare sono tanti, non solo a centrocampo: “Parlare di soli tre centrocampisti mi sembra esagerato, perché ci sono anche difensori ed attaccanti che devono migliorare nei movimenti. Sono consapevole che possiamo migliorare, ci sono delle alternative, ma bisogna muoversi meglio”. E per far questo “serve lavoro, la velocità della palla fa la differenza. Le alternative le abbiamo, vedo una squadra completa che deve migliorare in gruppo”. Seguire gli indizi di Napoli: “Dobbiamo cercare di fare domani una partita simile fase di non possesso. Ho notato anche che in casa nostra ci sono delle difficoltà, ma bisogna crescere in tutto”.

Indisponibili e probabili - Settimana sfortunata per il Palermo: “Lo Faso si è fatto male giocando con la primavera - ha commentato Lopez - Stefan Silva aveva già un problema, mentre Pezzella si è fatto male in partita. Lui aveva i crampi sul finale di gara. Per me non sono preoccupanti questi infortuni, perché sono situazioni differenti e non identiche”. Contro la Juve ancora dubbi sulla composizione della difesa: “Abbiamo provato un modulo diverso, sono del parere che bisogna adattarsi a quello che si ha. La squadra ha la difesa a tre nelle corde, potrebbe tornare utile in determinate situazioni, anche domani. Un cambio difensivo da 4 a 3, però, potrebbe essere pericoloso. Ho queste due alternative, devo rifletterci perché se dovessi fare la difesa a tre uscirebbe un attaccante ed entrerebbe un difensore. I miei difensori comunque sono bravi, farò qualche accorgimento ma hanno capito che bisognerà lavorare come squadra”. A centrocampo “Gazzi potrebbe tornare utile, sa fare benissimo la fase di non possesso ed ha esperienza. È uno dei calciatori che potrebbe giocare”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche