Pescara, sì di Zeman: accordo fino al 2018

Serie A

L'allenatore boemo ha accettato la proposta del club abruzzese. E' in città per gli ultimi dettagli dell'accordo che lo riporterà nella squadra portata in serie A nel 2012. Definito staff e contratto fino al 2018

Sembrava un'intesa che non si sarebbe concretizzata, almeno fino a giugno. Ma alla fine il grande ritorno di Zeman a Pescara ci sarà. L'allenatore boemo ha accettato la proposta del club abruzzese, che a breve avrà un nuovo proprietario della panchina. Zeman è già a Pescara, manca a questo punto solo l'ufficialità. "Stiamo parlando, ma per ora non ancora mi sbilancio - ha detto prima di andare a far visita alla squadra a Poggio degli Ulivi -. Vediamo se sarò utile al Pescara". Zeman che venerdì dirigerà il primo allenamento della squadra e poi firmerà il contratto che lo legherà al club biancazzurro fino al 2018. A seguire la presentazione ufficuale alla stampa. Nello staff (si stanno definendo solo gli ultimi dettagli) del boemo presenti anche Vincenzo Congelosi, storico allenatore in seconda di Zeman, e Roberto Ferola.

Parla Zeman - "Se ci sono domani al campo vuol dire che ho accettato, domani vedrete. oggi penso vedrò qualcosa, non ho sensazioni, aspetto domani. Voi avete fretta. Cosa ci siamo detti durante i pranzi con Sebastiani? Stiamo parlando sulla possibilità di essere utile o no, queste situazioni non si fanno mica in due minuti. Stiamo parlando", le parole di Zdenek Zeman. Sulla stessa linea il presidente del Pescara Sebastiani che non si è sbilanciato: "Stiamo parlando, stiamo parlando".

Le parole di Zauri - "Ero rimasto solo per dare una mano alla squadra e alla società, visti i buoni rapporti con Oddo e Sebastiani. Con l'insediamento dello staff del nuovo allenatore io avrei comunque seguirto con l'esonero Oddo e Donatelli", le parole di Luciano Zauri a cui era stata affidata temporaneamente la squadra dopo l'esonero di Massimo Oddo.

Il primo nome della lista - Subito dopo l’esonero di Massimo Oddo il nome dell’allenatore boemo era stato quello in cima alla lista dei desideri della società biancazzurra. La richiesta del presidentee era quella di puntare su un profilo capace di far giocare alla squadra un calcio propositivo e l’identikit di Zeman sembra rispondere alla perfezione ai desideri di Sebastiani. Il boemo potrebbe rimanere sul panchina del Pescara anche nella prossima stagione.

Le richieste di Zeman - Le difficoltà di arrivare a un'intesa erano causate dalla richiesta precisa di Zeman di avere completa autonomia sulla costruzione della squadra del futuro. Carta bianca per impostare il lavoro in vista di quella che (vista la difficile posizione attuale di classifica) potrebbe essere la nuova stagione in Serie B. Alla fine l'accordo sembra arrivato, d'altra parte la volontà era quella di ripartire nel migliore dei modi visti i trascorsi felici che legano il boemo alla città e alla squadra.

Sebastiani era pessimista... - Difficoltà che avevano addirittura portato il presidente del Pescara Sebastiani quasi a escludere un'intesa con Zeman per il suo arrivo immediato: "Con lui i rapporti sono buoni, nessun problema, ma escludo che venga ora, questa squadra non è adatta a lui e al suo sistema di gioco. Vedremo comunque nelle prossime ore". La conferma arriva anche da Pavone: "Dobbiamo risentirci con Zeman per valutare le ipotesi, per ora allena Zauri".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche