Atalanta, Gasp: "Io in una grande? Ci sono già"

Serie A
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta (Getty)

L'allenatore nerazzurro ha commentato così gara e risultato: "Partita difficile soprattutto nel primo tempo, volevamo arrivare a questi scontri diretti sfruttando al massimo il nostro calendario e devo dire che era tutt'altro che facile. Conti e Spinazzola in Nazionale? Premio giusto"

L’Atalanta continua a volare, i nerazzurri hanno sconfitto anche il Crotone. Il match dello stadio Atleti Azzurri d’Italia viene deciso da Andrea Conti al 3’ della ripresa, un gol che consegna alla sua squadra altri tre punti pesantissimi e che permettono così ai bergamaschi di continuare a inseguire il sogno Europa - che sembra sempre più una bella realtà. Diventano così cinque i risultati utili consecutivi e 48 i punti in classifica per la formazione allenata da Gian Piero Gasperini; al termine del match - ai microfoni di Sky Sport - l’allenatore dell’Atalanta ha commentato con soddisfazione la prova dei suoi ragazzi e la nuova vittoria.

Sulla partita e sull'avversario -
"Questa è una vittoria molto importante, difficile, ottenuta contro una squadra che ci ha creato molti problemi soprattutto nel primo tempo quando ci ha impedito di giocare. Siamo stati molto in difficoltà e vincere questo tipo di gare significa che siamo veramente in un ottimo momento, in una buona stagione. Sono veramente molto soddisfatto perché al di là dell'Europa - a cui noi crediamo e vogliamo fare risultati sempre migliori nelle prossime 13 partite, che sono comunque tante - volevamo arrivare a questi scontri diretti sfruttando al massimo il nostro calendario e devo dire che era tutt'altro che facile. Noi siamo stati molto bravi perché ora ci confronteremo con Napoli, Fiorentina e Inter e se saremo capaci di portare a casa tanti punti le probabilità di arrivare fino in fondo così in alto potranno aumentare. Nella prima frazione di gioco il Crotone ci ha impedito di giocare sugli attaccanti e non riuscivamo mai a trovarli spesso, giocavamo molti palloni all'indietro e questo rallentava tantissimo la manovra. La loro pressione faceva la differenza. Nel finale di primo tempo ho provato ad accentrare Gomez e ad alzare Kurtic, mentre nella ripresa ho messo Kurtic in un'altra posizione e siamo riusciti ad avere superiorità numerica e a concludere delle azioni che ci hanno permesso di essere più pericolosi".

Su futuro, giovani e obiettivi - "Io in una grande? Posso dire che qui sto molto bene e veramente sono appagato e gratificato del lavoro che stiamo facendo tutti insieme e anche di come sono stato accolto in questa società e in questa città, dal presidente a tutti gli altri. Per quanto riguarda un futuro in una grande io non so che cosa si intenda per 'grande' ma vista la classifica si può dire che l'Atalanta è una grande. Devo dire che anche col Genoa mi è capitato anche più volte di arrivare davanti alle cosiddette grandi, quindi posso dire che la nostra adesso è una grande squadra, siamo in una posizione meritata e speriamo di rimanerci fino alla fine. Siamo facendo un campionato da grande squadra. Conti e Spinazzola andranno in Nazionale perché hanno fatto prestazioni incredibili e questa sera Andrea è riuscito anche a segnare. Credo che il biglietto da visita loro sia fatto dalle gare che stanno facendo, sono molto contento che vengano premiati da questi stage che sono il risultato del loro grande campionato. Un fioretto in caso di qualificazione all’Europa? Devo pensare bene a che cosa potrei fare, devo trovare qualcosa di impegnativo", ha concluso Gasperini.

Le parole dell’attaccante -
Pochi secondi dopo il fischio finale anche Andrea Petagna ha analizzato la gara sua e dei compagni: "E’ stata una bella battaglia - ha detto - una bellissima partita; il Crotone è stato bravo a chiuderci le nostre giocate, abbiamo sofferto ma abbiamo conquistato questi tre punti che sono fondamentali. Abbiamo dimostrato che siamo una squadra con degli attributi e che può competere benissimo per l’Europa. Abbiamo carattere e anche se tanti di noi sono giovani abbiamo dimostrato tanta forza e adesso dobbiamo solo pensare a continuare così. Penso che già nelle ultime partite avevamo dato risposte importanti, ora pensiamo al Napoli. Abbiamo un calendario complicato con tre scontri diretti, ma se giochiamo come sappiamo penso che possiamo vedercela veramente con tutti e se mettiamo in campo il carattere che abbiamo mostrato oggi possiamo dire la nostra. Oggi ho fatto un assist che per me vale come un gol come ho sempre detto, spero di riuscire a segnare presto sotto questa fantastica curva. Adesso però risponderò alla convocazione della Nazionale di Ventura, saranno giorni importanti e sono contento di poter avere questa possibilità".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport